Volley: la Igor a Cremona (contro Casalmaggiore) per frenare la caduta

Delicata trasferta per le ragazze di Lavarini, ancora prive di Adams e Danesi, chiamate a riscattare le due sconfitte interne consecutive. Bonifacio: «Dobbiamo superare quelle difficoltà che nelle ultime partite ci sono costate break pesanti»

Nuovo turno infrasettimanale per il massimo campionato di volley femminile, che vede la Igor – dopo tre gare interne consecutive – affrontare questa sera (fischio d’inizio alle 20.30) la trasferta di Cremona contro la Trasporti Pesanti Casalmaggiore della ex Lauren Paolini, alzatrice nella formazione che trionfò tre anni fa a Berlino. Una gara delicata, che giunge in un momento estremamente critico per la squadra, sicuramente fra i peggiori (se non il peggiore) finora vissuti nella sua ormai ultradecennale storia. A memoria non ricordiamo infatti due 0-3 interni consecutivi arrivati dopo altrettante prestazioni mortificanti come quelle viste contro la Imoco Conegliano e, sabato sera, nel derby con Chieri.


Due risultati negativi che hanno fatto precipitare Chirichella e compagne al quinto posto in classifica (con una gara giocata in più), con ormai sei lunghezze di ritardo da Conegliano, ma scavalcata anche da Milano, Chieri e Scandicci. Un pezzo di regular season è già stato di fatto compromesso, ma al di là di questo sono state le prestazioni del gruppo a non convincere. Al di là delle assenze di Adams e Danesi contro le “collinari” (la banda americana e la centrale bresciana non saranno disponibili neppure contro le casalasche) e della precaria condizione fisica del gruppo dovuta ai troppi impegni ravvicinati e a un’intesa non ancora raggiunta fra le reduci dal Mondiale e il resto del gruppo al lavoro già da un paio di mesi, sono state alcune situazioni di gioco a non convincere. C’é da augurarsi che questa emergenza finisca presto, certamente prima dei match che conteranno davvero. Per ora sarà fondamentale tornare da Cremona con un risultato positivo, per franare una caduta e per ritrovare un po’ morale, candellando anche quelle fragilità mostrate negli ultimi due impegni.


Di fragilità ha accennato anche Sara Bonifacio: «Putroppo nelle due ultime partite, al metto delle difficoltà fisiologiche di questa fase, abbiamo evidenziato un po’ di fragilità che ci ha portato a subire break importanti, compromettendo la possibilità di vincere». Per la centrale di Alba (nella foto di Santi) «in queste situazioni va data la massima attenzione alle cose semplici, mantenendo più ordine possibile in campo. Dobbiamo fare al meglio quelle cose che sono sotto il nostro controllo. Inoltre dobbiamo aggiungere quella aggressività, mettendo in campo quel bel gioco che abbiamo già fatto intravedere per ritornare a vincere».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni