Volley, ad un passo dal baratro la Igor trova due punti d’oro

Le ragazze di Lavarini interrompono la serie negativa cogliendo un successo al tie – break sul terreno della Trasporti Pesanti Casalmaggiore. Sotto due set a uno le azzurre hanno dominato la quarta frazione, per poi imporsi in quella decisava 15-8

Una Igor ancora convalescente trova alla fine due punti d’oro dalla trasferta di Cremona contro una Trasporti Pesanti Casalmaggiore domata alla distanza e in rimonta. Un successo al tie – break giunto dopo un’autentica “maratona” (2 ore e 18′ la durata del match), che ha visto i primi tre set sostanzialmente equilibrati ma premiare le lombarde 2-1. Ad un passo dal baratro, però, le ragazze di Lavarini hanno saputo tirare fuori il carattere della grande squadra, dominando letteralmente la quarta frazione e il successivo “set corto”, andando così a prendersi una vittoria utile per il morale e che consente di tornare a muovere la classifica. Lasciando spazio ai numeri, la ricezione ha tenuto bene, l’attacco è andato in crescendo, passando da un misero 28% del primo set al 55% del quinto ed è stato vinto il duello dei muri, con ben 15 “block” vincenti delle novaresi, 7 di Karakurt, top scorer della serata con 24 punti.


Ancora indisponibili Adams e Danesi, la Igor presenta il 6+1 di sabato scorso con Poulter e Karakurt palleggiatore – opposto; Chirichella e Bonifacio sono le centrali, Bosetti e Carcaces le bande con Fersino libero. Le casalasche conquistano quasi subito un break (4-2) e allungano a +4 (8-4, con il gioco nel frattempo fermato da Lavarini) grazie a qualche imprecisione in attacco delle novaresi (10-5). Bosetti prova a “ricucire” e la Igor torna sotto, coronando la sua rincorsa, dopo un time out chiesto dalla panchina di casa, a quota 10, passando finalmente davanti con Karakurt (12-14). Nuovo ribaltone grazie a Malual (16-15) e le ragazze di Pistola sfruttano il momento di smarrimento nella metà campo Igor. La fase di ritrovato equilibrio (18-18) prosegue e la Igor, dopo aver fallito il primo set point, riesce a prevalere (24-26) in questa prima frazione grazie anche a diversi errori delle avversarie e un attacco al 28%.


Rinfrancata in ogni caso da questo parziale che mette fine al “digiuno” delle due ultime partite Novara parte meglio nel secondo set (1-3), ma la Trasporti Pesanti non si dà per vinta (7-5 e gioco fermato dal cioach azzurro). Ancora lombarde in evidenza (13-11 e poi 16-13, con altro stop chiesto da Lavarini). Stavolta la Igor sembra non riuscire a trovare il bandolo della matassa (19-15); e la sua reazione si esaurisce (dopo un 21-19 e 23-22) sul 25-22 che vale 1-1 di Casalmaggiore, cresciuto in reicezione e attacco.


Avanti Novara nelle fasi iniziali della terza partita (4-5), che seppure a fatica riesce a fare l’andatura (9-10) sino a un risveglio della Trasporti Pesanti (14-13). Ancora uno spunto Igor (16-18), annullato da un parziale di 6-1 per Casalmaggiore (22-19). Controbreak di Novara per il pari a quota 22, ma il nuovo prolungamento ai vantaggi stavolta premia le casalasche 27-25 e 2-1 per le padrone di casa.


Spalle al muro, la reazione delle ragazze di Lavarini si vede nel quarto set (1-6). Casalmaggiore “rosicchia” (6-8), ma la Igor ha ancora benzina in corpo per andare a +7 (10-17) e conquistare il tie-break grazie a un netto 13-25 reso possibile da un attacco tornato ad esprimersi su buoni livelli e una Karakurt in spolvero.
Rinfrancate anche nel morale, le novaresi hanno un buon approccio nel quinto e decisivo parziale (0-4 e 3-8 al cambio di campo). Un vantaggio che si dilata scambio dopo scambio e che consente alle azzurre di chiudere con un inequivocabile 8-15 e di portarsi a casa due punti preziosi.

Trasporti Pesanti Vbc Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara 2-3
(24-26 / 25-22 / 27-25 / 13-25 / 8-15)
Casalmaggiore:
Carlini 3, Scola, Perinelli 8, Piva, Frantti 21, Binacchi (L2) ne, Lohuis 11, Melandri 10, Malual 16, De Bortoli (L), Braga, Dimitrova ne, Mangani, Sartori ne. All.: Pistola.
Igor: Poulter 6, Adams ne, Bresciani (L2) ne, Giovannini, Battistoni, Fersino (L1), Bosetti C. 15, Chirichella 13, Danesi ne, Varela ne, Bonifacio 12, Carcaces 16, Ituma 1, Karakurt 24. All.: Lavarini.
Arbitri: Brancati di Città di Castello e Clemente di Parma.
Note: spettatori 1.700 circa.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni