Volley, la Igor a Bergamo per proseguire il suo cammino

Impegno infrasettimanale per la Igor, che in questo campionato decisamente anomalo fra recuperi, nuovi rinvii e spostamenti di date e orari, sarà in campo oggi pomeriggio alle 18 al palasport di Bergamo per affrontare il sestetto di Daniele Turino in quello che originariamente era il secondo turno del girone di ritorno.

Parlando del match fra le novaresi e le orobiche non si può fare a meno di pensare a quelle che nello scorso decennio erano sfide che, con i marchi di Asystel e Foppapedretti, potevano valere anche un pezzo di scudetto. I tempi sono decisamente mutati e se all’ombra della Cupola una nuova società è riuscita a raggiungere qualche traguardo sfuggito in passato, nella città lombarda il volley femminile ha subito un forte ridimensionamento. I venti punti di distacco in classifica fra le due compagini mettono non poca tristezza, così come il fatto che un match sempre vissuto con estrema sportività dalle due tifoserie dovrà essere giocato senza pubblico.

Novara – Bergamo è caratterizzata, ancora oggi come in passato, da diversi cambi di casacca fra giocatrici e staff tecnici. Con la “Foppa” l’attuale tecnico azzurro Stefano Lavarini ha vissuto per cinque stagioni la sua prima esperienza di capo coach in serie A1; a Bergamo l’attuale opposto novarese, la polacca Malwina Smarkek (nella foto di Santi), ha maturato per due campionati la sua prima esperienza nel campionato italiano.

 

«Sono certa che vivrò una sensazione bellissima ma anche strana – dice la giocatrice di Lask – tornando da “ex” in quel palasport che dopo due anni da protagonista sento ancora un po’ come fosse casa mia. Da parte nostra andremo in campo per cercare di dare continuità ai risultati positivi, siamo reduci da una partita bella, tirata e combattuta con Chieri e mi aspetto una partita del genere anche contro la Zanetti. In Italia funziona così: è inutile guardare la classifica o i risultati ottenuti, ogni partita va affrontata al massimo del ritmo e dell’attenzione: Bergamo sta crescendo e farà di tutto per metterci in difficoltà».

Un’altra “ex” la troveranno pure le novaresi dall’altra parte della rete, la portoricana Stephanie Enright, ma tutte le rossoblu cercheranno di vendere cara la pelle, come accaduto contro Casalmaggiore, dove la Zanetti al termine di cinque set rocamboleschi è riuscita a portare a casa un punticino. Per il tecnico Daniele Turino «dovremo cercare di essere aggressivi in battuta anche se siamo consapevoli che la Igor riceve bene. Però se batteremo facile avremo grossi problemi. E poi dovremo cercare di superare il loro muro».

Dopo la sfida di Bergamo Chirichella e compagne prepareranno quella del 29 dicembre, con un mutamento del programma. A causa di alcuni casi di Covid che ha colpito alcune atlete brianzole il previsto match interno contro la Saugella è stato rinviato a data da destinarsi, mentre nello stesso giorno la Igor sarà invece di scena a Firenze alle 17.30 per la gara contro Il Bisonte.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: