Volley femminile, il Pavic rinuncia alla B2

Piccolo terremoto nel mondo del volley femminile locale. Il Pavic Romagnano rinuncia a disputare il campionato di serie B2 optando per la C regionale attraverso uno scambio di “diritti” con la Junior Casale. Una decisione sofferta, quella per il club sesiano, ma giunta al termine di una profonda valutazione fra la dirigenza e il nuovo staff tecnico guidato da Matteo Azzini. Un comunicato emesso dalla società nella serata di martedì, incrementato poi da notizie riferiteci da Sergio Deagostini, in questi giorni nelle vesti di dirigente tuttofare del settore femminile, parla infatti di una soluzione che porti «a ricollocare il settore giovanile al centro del proprio progetto, in un percorso pluriennale di riqualificazione e valorizzazione». La rosa della prima squadra, dopo l’ultimo addio in ordine di tempo della banda Allegra Petruzzelli, «sarà infatti costituita da atlete del vivaio e da altre che in passato hanno già vestito i colori bianco-blu».

«Al di là di qualche problematica di natura logistica, potevamo ugualmente cercare di disputare un campionato di B2 – è stato un ulteriore commento – ma sarebbe stata un’annata di sofferenza, con il concreto rischio di “bruciare” qualche nostra promettente atleta. Meglio ripartire dalla categoria inferiore, con un nuovo progetto pluriennale».

 

il club di romagnano sesia partecepera’ alla c regionale con un organico rinnovato: diverse atlete provenienti dalla scurato

 

Per il club guidato da Cesare Sganzetta questa “autoretrocessione” della squadra femminile cancella in parte il lavoro svolto negli ultimi quattro anni, che hanno visto un gruppo tornare in un torneo nazionale come la B2 per poi fallire di poco la salita nella categoria superiore. Ora si riparte con nuovo entusiasmo (si dice quasi sempre così, del resto), con un “roster” rinnovato, costituito da elementi giovani, qualche ritorno (il libero Giorgia Colombo) ma anche tante facce nuove, fra cui qualcuna proveniente dalla compagine novarese della Scurato, che stando al “si dice” dovrebbe a sua volta rinunciare al suo campionato maturato sul campo, ossia la C.

Non è un mistero che a Romagnano Sesia si punti ancora una volta per la prossima stagione sul maschile, dove – in questo caso attraverso un percorso inverso – la squadra ha ottenuto invece il ripescaggio in B. Ma in casa Pavic, si sa, i due settori viaggiano perennemente in autonomia, anche se i precedenti in questo ambito non mancano.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: