Twirling Oleggio: buoni risultati dalla gara regionale

Un totale di 31 atlete in pedane, divise in otto squadre e tanti buoni risultati. Questo in brevissimo il riassunto del Twirling Oleggio che è stato protagonista della prima prova regionale di serie D tenutasi al PalaGinnastica di Torino lo scorso weekend. Come in tutte le competizioni di domenica il pomeriggio ha visto il rimandare delle ultime gare.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Sabato mattina sono scese in campo le allieve del livello LB, 16 le squadre in gara, due le oleggesi: terza classificata la squadra composta da Valentina Sonzini, Asia Maino e Sofia Massalongo, seguite a soli 3 decimi di punto dalla squadra di Federica Milani, Arianna Caraviello e Iris Beldí.
Nel primo pomeriggio hanno gareggiato invece le piccole allieve del livello LA con tre squadre. Per le le oleggesi era la primissima esperienza e i risultati sono stati positivi: la squadra composta da Dalto, Bellini, Fontana e Portoni ha conquistato il 7° posto; le piccolissime della squadra composta da Folino, Leroux, Melone e Gigo ha conquistato le 16sima piazza; 29esimo posto per Scicchitano, Nelson e Di Matola che hanno commesso qualche errore di troppo.

Sempre sabato in gara anche il livello LB cat. Junior/Senior. 13 le squadre in gara di cui 2 per il Twirling Oleggio. Entrambe hanno gareggiato ad alto livello conquistando il 3° e 5° posto: si tratta di Campesan Arianna, Campana Gemma, Mattacchini Gaia e Patrut Raiza e di Attinà, Carnevali, Colonna, Miglio, Targani e Zanetta.

L’ultima nostra squadra, quella di livello più alto, LC junior/senior che sarebbe dovuta scendere in campo Domenica pomeriggio purtroppo non ha potuto gareggiare visto lo stop forzato imposto a tutte le competizioni emanato dalla regione Piemonte per evitare il contagio al corona virus.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sezioni