Tennistavolo: totale sicurezza, così sono ripartiti gli allenamenti

Tennistavolo: totale sicurezza, così sono ripartiti gli allenamenti. Dopo la bella notizia della promozione in C1 nazionale, alcuni degli atleti del Tennistavolo Novara hanno ripreso gli allenamenti, proprio pochi giorni fa. «A causa della chiusura delle palestre scolastiche il Comune ci ha accordato l’utilizzo della palestra in Via Mora e Gibin, – spiega il dirigente Salvatore Caravano – saremo lì per tutto il mese di luglio e anche agosto, sperando poi che la situazione possa tornare alla normalità».

 

 

Le sensazioni, il primo giorno di ritorno in palestra, quasi come fosse il primo giorno dopo la pausa lunga, sono state forti. Belle emozioni ma anche tante regole da rispettare, come richiesto dalla Fitet, la Federazione italiana tennis tavolo. «E’ questione di abitudine, non è niente di complesso e insormontabile, – dice Caravano – ogni giocatore deve avere la propria racchetta che non può scambiare con nessuno, deve portare palline proprie siglate per non confonderle e tutto va igienizzato al termine dell’allenamento, senza dimenticare l’igienizzazione all’arrivo e anche del tavolo di gioco». Allenamenti a distanza minima di due metri e solo in singolo, no ad asciugare il sudore con le mani sul tavolo, sì con la salvietta portata da casa, no a toccare naso e bocca. Un solo dubbio: «I materiali utilizzati per le frequenti sanificazioni giornaliere dei tavoli da gioco, non rovineranno gli stessi? Stiamo parlando di liquidi a base alcolica e forse occorrerebbe studiare soluzioni che non danneggino le superfici dei tavoli» si chiede la società.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *