Sport, volley: alla Igor due punti con il fiatone

Torna finalmente in campo la Igor e ritrova la vittoria, anche se da due punti. Un successo con il fiatone, quello colto contro le toscane de Il Bisonte Firenze, al termine di un confronto rocambolesco, con diversi sorpassi nel punteggio, soprattutto nel decisivo “set corto”. Ma si sa, quando Novara incrocia Firenze succede quasi sempre così…

Priva di Sansonna, la Igor presenta Napodano come libero e Chirichella nell’inedito ruolo di suo vice. Novara parte subito forte costruendo un pesante break con Herbots (6-2) e Washington (9-4 e tempo chiesto dalla panchina ospite). La musica non cambia dopo il rientro in campo. Caterina Bosetti “doppia” le avversarie con un mani fuori (14-7), poi le toscane cercano di “ricucire” (15-11 e time out questa volta chiamato da Lavarini). Firenze trova un buon momento con la belga Van Gestel al servizio per portarsi a -1 (18-17). Novara cambia la diagonale proponendo Zanette e Battistoni in luogo di Hancock e Smarzek e subito è l’opposta veneta a presentarsi con il punto del 19-17. Firenze non molla la presa e, pur sbagliando tre battute consecutive, riesce ad agganciare le azzurre e sprintare ai vantaggi portandosi a casa il primo set 24-26.

Dopo il cambio di campo è inizialmente Herbots a guidare la reazione Igor (5-3). Si procede a “strappi”, poi un allungo novarese costringe Mencarelli a chiamare tempo. Questa volta Novara riesce a mantenere alta la concentrazione e incrementa il vantaggio (16-9). Lavarini fa rifiatare Herbots per Daalderop ma Firenze torna a farsi sotto (16-13). Caterina Bosetti mette a terra due palloni pesanti (21-18), poi Novara riesce a gestire il vantaggio sino al 25-20 di Daalrerop che significa parità.

Nella terza frazione riesce a staccare le avversarie fin dai primi scambi, allungando con autorità grazie a un attacco di seconda di Hancock e a Caterina Boseti (9-5). Bolide della palleggiatrice americana dai nove metri per il 12-6 e tempo chiesto dalla panchina ospite. Cresce il muro novarese anche con Bonifacio e Daalderop, ma il “solco” decisivo lo scava ancora Hancock con due ace consecutivi. Smarzek conquista a muro il set poit, imitata pochi istanti dopo da Caterina Bosetti per il 25-14.

La Igor viene sorpresa in avvio di quarto gioco (4-7 e poi 5-10): Lavarini ferma il gioco e ripropone Herbots sul terreno di gioco. La mossa non è ha effetto perché in questa fase sono le toscane a condurre il gioco, avanzando sino al 9-17. Quando sono già in molti a prevedere il tie-break la Igor trova la forza e la volontà di rimontare un punto alla volta. La speranza, dopo che Herbots aveva portato le compagne al -3, si infrange in un errore al servizio di Populini (22-25).

Nel “set corto” si prosegue punto a punto, poi Firenze ha uno scatto (3-7 e time out Igor). Alla ripresa del gioco Caterina Bosetti prova a suonare la carica, poi è ancora una “bomba” di Hancock dai nove metri a portare la Igor a galla (7-8). Bosetti da posto 4 impatta e porta avanti Novara. Adesso l’inerzia del match è tutto per Novara che, con il morale a mille, prima corre poi soffre incredibilmente sino al conclusivo 15-13 decretato dal “video check” su una battuta delle toscane.

Igor Gorgonzola Novara 3

Il Bisonte Firenze 2

(24-26 / 25-20 / 25-14 / 22-25 / 15-13)

Igor: Populini, Herbots 16, Napodano (L1), Zanette 1, Battistoni, Chirichella (L2) ne, Bosetti C. 23, Hancock 9, Bonifacio 9, Washington 8, Smarzek 11, Costantini ne, Daalderop 4. All.: Lavarini.

Firenze: Enweonwu 3, Lazic ne, Ciotoli ne, Van Gestel 12, Panetoni, Hashimoto 2, Belien 17, Guerra 13, Neri ne, Kone 9, Nwakalor 16, Venturi (L). All.. Mencarelli.

Arbitri: Simbari di Milano e Giardini di Verona.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: