Volley, dall’urna della Cev la Igor ha pescato Fenerbahce

Dall’urna della Cev la Igor ha pescato le turche del Fenerbahce. Il sorteggio per i quarti di finale di Champions League effettuato poco dopo mezzogiorno in Lussemburgo ha scongiurato per le ragazze di Stefano Lavarini una sfida con un’altra compagine italiana. Un abbinamento possibile dalla presenza di ben quattro nostre rappresentanti sulle otto rimaste in lizza e che ha visto invece l’accoppiamento di Conegliano con Scandicci, mentre Busto Arsizio ha trovato sul suo cammino l’Eczacibasi e le polacche di Police il Vakifbank.

La diretta streaming dalla sede della Confederazione pallavolistica europea è stata parallelamente seguita con un’analoga trasmissione organizzata dalla Lega Volley Femminile, collegatasi con una giocatrice per ciascuna delle quattro rappresentanti italiane in gara. Per la Igor era presente Britt Herbots, che alla vigilia si era augurata di incontrare Busto Arsizio, anche per comodità logistiche: «Fenerbahce è una squadra forte – questa la prima reazione da parte della schiacciatrice belga – ma del resto sono rimaste le migliori otto squadre europee. Sarà una trasferta lunga e difficile, però sarà una bella sfida». Come “testa di serie” Novara avrà il teorico vantaggio di giocare il match di ritorno in casa (la data sarà fra il 2 e il 4 marzo prossimo), mentre la partita di andata è in programma a Istanbul fra il 23 e il 25 di questo mese.

Il meccanismo del sorteggio e la composizione del tabellone ha quindi già delineato il prosieguo della manifestazione, con la Igor che si troverà di fronte la Imoco Conegliano in semifinale. Cosa che ha già fatto registrare i primi commenti negativi sui social da parte dei tifosi. Ma giunti a questo punto, è il solito detto, se si vuole vincere si deve rispettare tutti e temere nessuno.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sezioni