In Novara sprofonda in zona playout

Il Novara sprofonda sempre più in basso: con la sconfitta di Pistoia, oltre a prolungare oltremodo il periodo di “astinenza” dal successo (ormai ben oltre quota 2 mesi), gli azzurri si ritrovano nel pieno della zona playout. Una parabola discendente che sembra inesorabile, quella azzurra, con il Novara che nonostante il ritorno di Banchieri (che prima dell’esonero aveva trovato un equilibrio importante per quanto – alla luce dei fatti – labile) si è trovato nell’arco di settanta giorni circa a precipitare dalla contesa per il primo posto alla sanguinosa lotta per non retrocedere.

Quello che più preoccupa, al di là dei numeri, già di per sé allarmanti, è però l’atteggiamento degli azzurri, apparsi ancora una volta smarriti e inconsistenti. Spaventati e quasi inermi nella gestione del match fin dalle prime difficoltà: insomma, quanto di peggio ci si possa attendere da una formazione che oggi – è doveroso ammetterlo senza giri di parole – ha l’unico obiettivo di salvare la categoria.

Così, se la scelta di formazione di Banchieri è un chiaro messaggio alla società in vista del mercato di gennaio (messaggio per altro già recepito dal patron Rullo, visto il suo “diktat” che vuole l’allontanamento di tutti quei calciatori che non siano disposti al sacrificio e a votarsi interamente alla causa), con la “bocciatura” di un po’ tutti i nuovi acquisti, lo sviluppo del match non è che l’ennesima replica di un copione ben “rodato” dalle parti di Novarello.

Dopo una decina di minuti di sterile manovra del Novara, un’occasione – entrambe velleitarie, a dir la verità – per parte anima il match a ridosso del quarto d’ora. Troppo poco considerando le motivazioni che pure tra gli azzurri non dovrebbero latitare. La “frittata” si compie poi al 25′, quando Valiani di testa gira in rete un bel cross di Solerio, battendo Lanni. La reazione del Novara, scomposta, è tutta in due tiri di Schiavi alla mezz’ora e di Panico poco dopo mentre in pieno recupero è Collodel a complicare ulteriormente i piani rimediando il secondo giallo (ingenuo!) su Chinellato e lasciando i compagni in dieci.

Il Novara ci mette un minimo di volontà, la Pistoiese controlla senza ansia nella ripresa nonostante gli ingressi di Lanini prima e Gonzalez poi e – soprattutto – malgrado l’espulsione rimediata da Camilleri per doppia ammonizione che ristabilisce la parità numerica. Nel nulla del gioco azzurro, arriva anche il colpo del k.o.: è Pierozzi al 75′ a seminare l’intera difesa novarese, molle nel contrasto, e a infilare sul secondo palo Lanni, per il 2-0. Al Novara manca anche l’orgoglio per l’arrembaggio finale, se è vero che l’unico pericolo arriva da un tiro dalla distanza di Schiavi.

Il tabellino

PISTOIESE – NOVARA 2-0

MARCATORI Valiani (P) al 25′ p.t.;  Pierozzi (P) al 30′ s.t.

PISTOIESE: Perucchini, Salvi, Valiani (dal 45′ s.t. Renzi), Spinozzi, Cesarini (dal 35′ p.t. Gucci), Pierozzi, Solerio, Romagnoli (dal 45′ s.t. Mazzarani), Camilleri, Chinellato (dal 23′ s.t. Cerretelli), Simonetti. A disp. Vivoli, Llamas, Giordano, Mal, Stoppa, Tempesti, Simonti, Rondinella. All. Riolfo

NOVARA: Lanni, Cagnano (dal 13′ s.t. Bellich), Sbraga, Bove, Pogliano (dal 18′ s.t. Gonzalez), Schiavi, Buzzegoli, Panico (dal 29′ s.t. Zigoni), Collodel, Bianchi (dal 13′ s.t. Cisco), Tordini (dal 1′ s.t. Lanini). A disp. Spada, Desjardins, Migliorini, Natalucci, Lamanna, Pagani, Ivanov. All. Banchieri.
ARBITRO: Fabrizio Cavaliere di Paola

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: