Il Novara a Imperia a caccia del secondo successo

Gli azzurri di Marchionni impegnati in Liguria nel turno infrasettimanale. Davanti sarà ancora tandem Gonzalez-Vuthaj

Il Novara di Marchionni (che non ci sarà, squalificato, e sarà sostituito in panchina dal vice Capriolo) si prepara alla seconda trasferta del campionato: domani alle 15 gli azzurri saranno di scena a Imperia nel match valido per la quarta giornata del campionato di serie D.

Un match importante per il Novara, chiamato a dar seguito al successo ottenuto contro il Varese per mantenere quantomeno inalterate le proprie distanze dalla capolista Chieri (vittoriosa domenica per 3-0 proprio contro la formazione ligure) e non complicare la rincorsa alla promozione.

Con Bergamelli k.o. (al pari di Vaccari e Ferla, che potrebbero rientrare a breve) e Agostinone a mezzo servizio, il Novara si presenterà in campo in emergenza per quanto riguarda il reparto arretrato ed è probabile che Marchionni scelga di coprire maggiormente il centrocampo per proteggere il reparto in difficoltà.

Nonostante il terzo impegno ravvicinato in programma domenica (terzo match in otto giorni), sembra difficile che il tecnico azzurro possa rinunciare a Gonzalez, leader assoluto non solo del reparto offensivo ma dell’intera formazione. Con lui ci sarà Vuthaj, a sua volta sempre decisivo con i gol e anche con la capacità di mettere pressione alla difesa avversaria. Per il turnover ci sarà probabilmente tempo più avanti, quando gli automatismi saranno oramai rodati e anche apportare qualche modifica all’undici di partenza risulterà meno impattante.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Giuseppe Maddaluno

Giuseppe Maddaluno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni