Igor Volley, conferma in blocco per lo staff tecnico

Il club azzurro, nel segno della continuità, ha rinnovato la propria fiducia alla “squadra” chiamata a collaborare con il coach Lavarini. Il d.g. Marchioni: «Era giusto proseguire lungo il solco tracciato»

La notizia era nell’aria ma ora gode dell’ufficialità. Dopo il “roster” di giocatrici e lo staff medico, anche per quanto riguarda la “squadra” chiamata a collaborare con il coach Stefano Lavarini nella prossima stagione la società Igor Volley ha scelto la linea della continuità. Così, al fianco del tecnico omegnese, confermatissimo e forte di un contratto della durata ancora di un anno, continueranno a lavorare Davide Baraldi in veste di “vice” e l’assistente, nonché sparring partner, Maurizio Mora. Per entrambi si tratterà del quarto anno con l’Agil, mentre secondo campionato sarà quello chiamato ad affrontare il preparatore atletico Simone Mencaccini. A completare i quadri di questo settore lo scoutman Mattia Gadda, neo laureato in Ingegneria gestionale: per lui si tratterà addirittura della settima stagione al servizio della società novarese.


«Dopo una stagione bella e positiva come quella passata – ha commentato il direttore generale della Igor Volley, Enrico Marchioni – era giusto proseguire lungo il solco tracciato. Siamo molto contenti dello staff che è stato costruito negli scorsi anni e siamo convinti che fosse giusta una conferma in blocco per continuare il lavoro iniziato e provare, assieme, a muovere qualche ulteriore passo in avanti».
La società sta intanto definendo in questi giorni il calendario della ripresa della preparazione, che dovrebbe avvenire dopo Ferragosto con un primo raduno a ranghi forzatamente ridotti, senza le giocatrici – italiane e straniere – attualmente impegnate nella rassegna olimpica.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *