Hockey pista, l’Azzurra vuole continuare a sognare

Stasera al “Dal Lago” i ragazzi di Mario Ferrari ospitano Montecchio Precalcino nella gara di andata delle semifinali playoff. Il tecnico novarese: «Loro la squadra che ha espresso il miglior gioco ma noi ci proveremo»

Cresce l’attesa per la prima sfida di semifinale playoff per l’Azzurra Novara. Questa sera al “Dal Lago” – fischio d’inizio alle 20.45 – i ragazzi di Mario Ferrari ospitano la compagine di Montecchio Precalcino nel match di andata del confronto che potrebbe aprire ai novaresi le porta per la finalissima che vale un posto per la risalita nell’Olimpo della disciplina che manca da ormai troppo tempo all’ombra della Cupola.


«Montecchio – ha detto il tecnico novarese – è stata la seconda forza del campionato, ma quella che secondo me ha espresso il miglior hockey. Ce la metteremo tutta per ragalarci e regalare ai tifosi la possibilità di proseguire questa avventura». Proprio il pubblico potrebbe davvero rivelarsi il “sesto uomo” in pista, in grado di dare una spinta in più a Mastropasqua e compagni, visto anche l’incitamento che i giocatori hanno ricevuto nei giorni scorsi da parte dei tifosi anche in occasione delle sedute di allenamento. Una cosa da stropicciarsi gli occhi, non solo ricordando lo scorso anno, quando il palazzetto a causa della pandemia era “off limits” per il pubblico, ma anche all’inizio dell’attuale campionato, con le gradinate dell’impianto di viale Kennedy occupato unicamente da poche decine di spettatori, cresciute poi di volta in volta sino a diventare oltre cinquecento e capaci di organizzare una coreografia degna della massima categoria.


Montecchio Precalcino ha chiuso la stagione regolare al secondo posto in classifica con 45 punti, 8 in più dell’Azzurra. A Novara i biancoverdi vicentini si sono visti in occasione della prima giornata di campionato, lo scorso 23 ottobre, quando riuscirono a imporsi 5-2, bissando poi il successo fra le mura amiche il 16 febbraio con un 6-4. Da allora, soprattutto in casa novarese, molte cose sono cambiate. E’ cresciuto il gruppo guidato da Ferrari e nei giocatori la consapevolezza e la fiducia nei propri mezzi. Ed è cresciuto l’entusiasmo dei tifosi e dell’intera città. Sognare non è assolutamente vietato.


L’altra semifinale del girone A, quella fra Venetalab Breganze e Trissino si gioca domani, domenica 8 maggio, alle 18. In campo oggi invece le due partite del girone B: Prato Startit – Decom Roller Matera in contemporanea con quella di Novara; CGC Viareggio – Gamma Innovation Sarzana alle 21.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL