Arrivata da Verbania a Novara la fiaccola degli Special Olympics

Nel pomeriggio di ieri al Broletto dopo aver sfilato in mattinata sul lungolago di Pallanza e che approderà a Torino dove dal 5 al 9 giugno sono in programma i Giochi nazionali estivi dedicati alla disabilità. Il presdiente della San giacomo Ferrarotti in campo per costituire un locale spacial team

Dopo aver sfilato in mattinata sul lungolago di Pallanza il tour della fiaccola degli Special Olympics nazionali, i giochi dedicati alla disabilità in programma a Torino dal 5 al 9 giugno prossimi, è giunta ieri pomeriggio – giovedì 19 maggio – anche a Novara. Ad accoglierla nel cortile del Broletto autorità sportive e civili, partendo dei due campioni olimpionici Cosimo Pinto e Mario Armano, con la delegata provinciale del Coni Rosalba Fecchio, l’assessore allo Sport del Comune Ivan De Grandis, la consigliera delegata della Provincia Annaclara Iodice e, in rappresentanza della Regione, il consigliere Federico Perugini.


Unico neo è rappresentato dal fatto che all’mbra della Cupola non esista ancora una squadra “spacial olympics”. A cercare di colmare nel più breve tempo possibile ci sta lavorando il presidente della Polisportiva San Giacomo Sergio Ferrarotti: «Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere le altre realtà del nostro territorio – ha detto Ferrarotti – Vivere a contatto quotidianamente con il mondo della diversità, in ambito sportivo e non, è un’esperienza che può arricchire chiunque». Messaggio raccolto dall’Ash Anonello Brustia, ma dalla stessa responsabile locale del Comitato olimpico, Rosalba Fecchio, per la quale «sono iniziative come questa a portare un vero e importante messaggio di inclusione».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL