Pasti cucinati a casa e spese sospese: il Rotaract Valticino aiuta le mense sociali

Pasti cucinati a casa e spese sospese: il Rotaract Valticino aiuta le mense sociali di Sant’Egidio e dei frati del colle di San Nazzaro. «Dopo aver aiutato la comunità di Sant’Egidio, insieme al Rotaract Valsesia, a gestire le mense per i poveri durante la quarantena fornendo guanti, mascherine, igienizzanti e stoviglie in Mater-bi, abbiamo deciso di allargare le rete e continuare con il nostro aiuto concreto – spiega la presidente Carlotta Campanini – Abbiamo instaurato un gruppo di volontarie che, a settimane alterne, cucinano a casa piatti che vengono poi serviti alla mensa di Sant’Agabio. Inoltre Andel food di San Pietro Mosezzo ci ha donato del cibo che è stato destinato alla mensa del centro città sempre gestita dalla Comunità di Sant’Egidio e il negozio Cuor di mamma di viale Giulio Cesare ha deciso di invitare i propri clienti ad una spesa sospesa che verrà raccolta sempre dalla comunità per distribuirla ai più bisognosi. Non solo, settimana prossima altri privati ci forniranno generi alimentari, che distribuiremo alla mensa gestita dai frati di San Nazzaro. Vorrei ringraziare di cuore tutte le persone che hanno risposto alla nostra richiesta di aiuto. Siamo in tanti e questo è bellissimo».

 

Inoltre sono nati anche i “Buoni Spesa Rotaract Valticino” in collaborazione con il Consorzio intercomunale per la gestione del servizio socio-assistenziali dell’ovest Ticino e con la Coop (che contribuirà donando il 10%). «Abbiamo deciso di collaborare con i servizi sociali, in quanto ente sempre vicino alle persone in difficoltà e quindi in grado di aiutare direttamente e celermente chi ha più bisogno – continua la presidente del Rotaract Valticino – Ringrazio il presidente della Provincia Federico Binatti per averci messo in contatto con la direttrice del servizio socio-assistenziale Stefania De Marchi e per aver appoggiato la nostra iniziativa. Sono molto orgogliosa del lavoro fino ad ora svolto. Non abbiamo potuto più fare le nostre solite cene ed attività di fundraising, ma questo non ha fermato il nostro desiderio di fare service, aiutando chi in questo momento si trova in grande difficoltà», conclude Campanini.

Chiunque volesse sostenere queste iniziative solidali può donare tramite bonifico sul conto corrente intestato al Rotaract Valticino di Novara, Iban IT43B0503410100000000206600

[In copertina una foto d’archivio]

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: