Il progetto “#fattivedere” della fondazione Veronesi arriva nelle scuole superiori novaresi

Il progetto prevede per il prossimo 2 marzo un workshop cinematografico e la visione del film “Quel fantastico peggior anno della mia vita”

L’Ufficio Istruzione della Provincia si è fatto parte attiva nel progetto “#fattivedere” promosso dalla delegazione di Novara della Fondazione Umberto Veronesi, campagna di sensibilizzazione e informazione sul tema dell’Oncologia pediatrica dedicata agli studenti del triennio delle Scuole secondarie di secondo grado.

«Durante l’incontro con la referente della delegazione novarese Anna Chiara Invernizzi avvenuto nelle scorse settimane – hanno spiegato il presidente Federico Binatti e il consigliere delegato all’Istruzione Andrea Crivelli – è stata chiesta alla Provincia la disponibilità per coinvolgere gli Istituti di nostra competenza rispetto a “#fattivedere”, realizzato in collaborazione con l’Associazione italiana di Ematologia e Oncologia pediatrica, che ha lo scopo di sensibilizzare gli studenti sull’importanza della diagnosi precoce, poiché seppur con un’incidenza molto bassa, i tumori possono comunque colpire anche bambini e adolescenti. L’obiettivo è sottolineare l’importanza di prendersi cura di sé e del proprio corpo, adottando un corretto stile di vita, e rivolgendosi a un medico qualora sorgessero dubbi».

Il Settore Istruzione si è quindi attivato e all’iniziativa hanno aderito l’IPS “Ravizza” di Novara (16 studenti), il Liceo scientifico “Antonelli” di Novara (25 studenti), l’Ita “Bonfantini” di Novara (20 studenti), il Liceo delle Scienze umane “Galilei” di Gozzano (65 studenti), la sede dell’Iti “Omar” di Oleggio (23 studenti) e il Liceo scientifico “Galilei” di Borgomanero (83 studenti).

Il progetto prevede per il prossimo 2 marzo un workshop cinematografico e la visione del film “Quel fantastico peggior anno della mia vita” di Alfonso Gomez-Rejon. Il webinar sarà strutturato come un dibattito sarà moderato da un giornalista della redazione scientifica della Fondazione con ‘intervento di medici ed ex-pazienti coinvolti dalla Fondazione: i partecipanti potranno scrivere le domande rivolte ai relatori nella chat della piattaforma. Agli Istituti partecipanti verrà inviato dalla Fondazione Veronesi un documento di approfondimento affinché̀ i docenti possano introdurre l’argomento nei giorni precedenti l’incontro.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL