Novara vs Kpancreas: in cammino per sostenere la ricerca Upo contro il cancro

Domenica nel centro di Novara. E stasera all'hotel Europa, dalle 17, incontro divulgativo con medici e specialisti

Novara vs Kpancreas: in cammino per sostenere la ricerca Upo contro il cancro, domenica nel centro di Novara. E stasera all’hotel Europa, dalle 17, incontro divulgativo con medici e specialisti.

Dopo lo stop forzato del 2020 a causa della pandemia, torna, nella sua terza edizione, la manifestazione “Novara vs KPancreas”, appuntamento organizzato dall’associazione Avanguardia gastroenterologica con la collaborazione dell’associazione sportiva Nonnoboi e dell’associazione Nastro viola e con il patrocinio del Comune di Novara, della Provincia di Novara, della Regione Piemonte e dell’Ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Novara.

Due gli appuntamenti che caratterizzeranno le giornate del 19 e del 20 novembre

«con l’obiettivo per noi fondamentale – spiegano il presidente di Avanguardia gastroenterologica Gianni Mancuso e il gastroenterologo novarese Pietro Occhipinti – di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di una malattia, quella del tumore del pancreas, tra le più aggressive in assoluto e più difficilmente curabili in quanto presenta una sintomatologia purtroppo tardiva. Spesso, infatti, la diagnosi arriva quando la malattia non è più trattabile chirurgicamente ed è a un alto grado di stadiazione: questo spiega la bassa percentuale di sopravvivenza dei pazienti, pari all’otto per cento, a cinque anni dalla diagnosi».

La sensibilizzazione della popolazione passerà, anche per questa terza edizione, attraverso due eventi pubblici. «Il primo – proseguono il dottor Mancuso e il dottor Occhipinti – è di carattere medico-culturale e vedrà, il 19 novembre alle 17 all’hotel “Europa”, un incontro pubblico sul tema “Cosa si deve sapere oggi sul tumore del pancreas”, con interventi di medici nutrizionisti, chirurghi e oncologi ed esperti di genetica per informare la popolazione sulle attuali strategie di cura della malattia. Il rispetto della normativa anti-Covid19 rende obbligatoria la prenotazione, che può essere fatta scrivendo una mail all’indirizzo raffatml@gmail.com».

Un ulteriore appuntamento «è quello del 20 novembre, con la camminata non competitiva di circa sei chilometri nel cuore di Novara, iniziativa – ricordano il dottor Mancuso e il dottor Occhipinti – organizzata grazie alla preziosa collaborazione degli amici dell’associazione NonnoBoi, che ringraziamo insieme con tutti gli sponsor che hanno scelto di sostenere le nostre iniziative. Il ritrovo sarà alle 9 in piazza della Repubblica, con partenza alle 10. L’evento, oltre a sensibilizzare tangibilmente l’opinione pubblica, ha un carattere benefico: il ricavato raggiunto con la quota d’iscrizione di 5 euro (per informazioni sulle modalità e sui punti di raccolta delle iscrizioni in tutta la provincia è possibile telefonare al numero 3397682575, ndr) sarà infatti destinato al Dipartimento di Scienze e Salute dell’Università del Piemonte Orientale per finanziare il progetto “Ricerca di mutazioni germinali in pazienti con K pancreas”. Anche per il tumore del pancreas sono state infatti evidenziate mutazioni genetiche riconducibili al rischio di insorgenza della malattia nei soggetti portatori. La verifica delle mutazioni del Dna possono infatti portare a una diagnosi e al trattamento precoce della patologia. Avanguardia gastroenterologica – sottolineano il dottor Mancuso e il dottor Occhipinti – consente di fare informazione, divulgazione e di dare concretezza agli obiettivi di medici e ricercatori, rispondendo in questo modo ai nostri obiettivi statutari: quello di sviluppare e ottimizzare le attività di diagnosi, terapia, assistenza e ricerca nell’interesse dei pazienti affetti da patologie gastrointestinali».

Al termine dell’evento podistico, per partecipare al quale è obbligatorio il green pass, grazie alla disponibilità dello chef Cravero, sarà offerto un risotto a tutti i partecipanti.

Infine, come avvenuto anche negli scorsi anni, fino al 20 novembre, in occasione della Giornata mondiale della lotta contro il tumore al pancreas, la Cupola di San Gaudenzio, monumento simbolo della Novaresità, sarà illuminata di viola, il colore distintivo di quest’occasione a livello internazionale.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni