Trecate, presentato il libro di ricette che fa del bene: aiuterà due progetti di Abio e Ugi

Si tratta dell’opera della dottoressa trecatese, biologa nutrizionista, Patrizia Federico. Il ricavato, tutto donato all’associazione “Gabry little hero”, verrà utilizzato per sostenere un progetto di Ugi e uno di Abio

Un apericena per presentarlo e già 300 copie sulle 500 totali stampate prenotate. E’ stato presentato con grande successo venerdì sera, 15 ottobre, a Trecate “Le ricette di Patrizia Federico”, libro di ricette appunto dedicato alle merende e alle colazioni dei più piccoli scritto dalla dottoressa trecatese biologa nutrizionista. Un libro speciale non solo per l’argomento, ma perché fa anche beneficenza intrecciandosi perfettamente con “Gabry little hero”, l’associazione nata grazie alla volontà della dottoressa e di Filomena e Cristiano, i genitori di Benedetta e Gabriele, il bambino ora di 4 anni, affetto da una rara malattia e salvato grazie alla donazione di midollo osseo. Quando ancora si cercava il donatore il piccolo Gabry è diventato presto anche un po’ novarese, raccogliendo tantissimo affetto e tante persone che si sono presentate per valutarne la compatibilità.

L’associazione, da che è nata, sostiene diversi progetti, in questo caso il ricavato (anche dell’apericena) andrà per due desideri novaresi: il primo è merito di Abio e riguarda l’acquisto di kit di accoglienza per i bambini; il secondo di Ugi e riguarda la volontà di realizzare una sala di accoglienza onco-ematologica pediatrica. «Ugi, Abio, San Giacomo, Comitato genitori Rodari, sono realtà del territorio che ci sono state e ci sono sempre accanto, – dice Patrizia Federico – a loro va un grande grazie, così come a Happy Days di Irene Stangalini e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del libro».

Il regalo della dottoressa
Il libro è un regalo della dottoressa Federico all’associazione. Venerdì sera a Trecate oltre 60 persone hanno assistito alla presentazione e c’era anche la mamma Filomena: «Sembra strano a volte sentirlo ma per noi questa storia è stato un dono, – dice Filomena – un dono perché qualcuno ha dato vita al nostro piccolo, non sappiamo chi sia stato questo angelo e ci immaginiamo che sia in tutti noi, quindi il grazie va a tutti».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni