Supereroi e palloncini in cielo: Galliate dice “Grazie” a personale sanitario e volontari

Palloncini verdi, bianchi e rossi, superoi e “Grazie”. E’ il messaggio che oggi, domenica 24 maggio, tutta la comunità di Galliate ha voluto esprimere a medici, infermieri, Croce rossa e tutte le associazioni locali che sono stati in prima linea nel pieno momento di emergenza. Persone che hanno lavorato per la comunità e che stanno continuando a farlo, perché l’emergenza in realtà non è ancora terminata.

Proprio domenica mattinata amministrazione e personale sanitario e delle associazioni si sono ritrovate in piazza Veneto e il sindaco Claudiano Di Caprio ha scelto un modo speciale per esprimere il ringraziamento dei cittadini: aiutato da Batman, Capitan America e Spiderman, ha lasciato nel cielo tantissimi palloncini tricolore. «E’ solo il minimo che possiamo fare per tutti loro, – ha detto il sindaco – indicando alcuni rappresentanti delle persone in prima linea – ci hanno aiutato e dobbiamo continuare a comportarci bene, perché abbassare la guardia in questo momento è sbagliato».

Fra i presenti la dottoressa Elvira Catania, dirigente responsabile di Hospice Galliate: «Purtroppo non siamo fuori da questo pericolo, la situazione sta migliorando e spero che possa continuare così, – dice – dobbiamo essere prudenti, per rispetto dei malati Covid, e anche per le persone coinvolte nelle cure palliative che hanno affrontato ancora più difficoltà. Non tutti ce l’hanno fatta: n questo periodo l’aspetto più difficile è stata la morte senza il cordoglio dei famigliari, una morte silenziosa. E’ un tema che ci ha toccato, su cui continueremo a riflettere, grazie anche a Idea Insieme, l’associazione che è al nostro fianco».

La presenza dei supereroi è stata speciale, tanto da colpire anche tanti bimbi, che passeggiavano con le loro famiglie. Tra i supereroi e l’amministrazione è nata una bella collaborazione con progetti da sviluppare. Batman, Capitan America e Spiderman, all’anagrafe Massimo Piciaccia, Stefano Curoso e Roberto Chiappin, hanno già fatto la loro comparsa a Novara, in ospedale: «Sono uscito per una donazione alla Caritas che però era chiusa e così sono passato in ospedale, – dice Massimo – da lì ho dato il via alla raccolta fondi. Se sono felice? Sono felice di rendere felici gli altri».

Prima di salutarsi e lasciare così la piazza per evitare ogni tipo di assembramento e rispettare tutte le regole, un mezzo della Croce rossa è stato riempito di prodotti alimentari donati dal Comune che saranno utilizzati per le persone in difficoltà.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni