Oleggio che fa comunità: le associazioni hanno aiutato gli studenti

Lezioni a distanza. E’ la modalità scolastica cui tutti gli studenti a partire da marzo si sono abituati per contrastare l’impossibilità di sedersi al solito banco, nella solita classe, nella solita scuola. Una modalità non così facile da mettere a punto, vista la necessità di avere a disposizione strumenti tecnologici. E così Oleggio, anche sotto questo punto di vista, ha fatto comunità (leggi qua).

 

 

Diverse associazioni del territorio, grazie all’idea di Oleggio Grande, e alla collaborazione dell’amministrazione, hanno fatto rete e si sono date da fare. La raccolta di cellulari per gli studenti che ne erano sprovvisti è stato un grande successo: 30 in tutto quelli messi a disposizione dai cittadini e da un imprenditore del territorio.

Una rete nel vero senso della parola: CoopVoce ha messo a disposizione 20 sim con 100 Giga per un mese, sono stati raccolti 900 euro per ricaricare le sim già a partire da giugno, e nei numeri vanno inserite anche le oltre 12 ore di lavoro dei volontari civici per distribuzione e configurazione dei cellulari. «Da metà aprile 22 studenti hanno potuto seguire meglio le lezioni a distanza, – dicono gli ideatori – abbiamo raccolto un bisogno della scuola, pensato a un’idea e l’abbiamo realizzata grazie alla collaborazione della città e di alcune associazioni, altrimenti non sarebbe stato possibile».

Le associazioni in prima linea sono state: Cif, Amiche del Cif, Alpini, Noi nati nei mitici anni ’60, Banca del tempo, Noi con loro, Trova il tempo e Pro loco.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni