Nessuno sfida Paglino. Una sola lista alle comunali a Granozzo

Il sindaco in carica si ripresenta per il secondo mandato. Al momento non ci sono altri candidati

Nessuno sfida Paglino. Una sola lista alle comunali a Granozzo. All’appuntamento elettorale del 3 e 4 ottobre il sindaco in carica, Paolo Paglino, si ripresenta per il secondo mandato, ma al momento, non ci sono altri candidati.

«Mancano ancora dieci giorni alla presentazione delle liste, ma per ora nessun altro ha manifestato l’interesse a candidarsi alla carica di primo cittadino – commenta Paglino -. Avrei preferito il confronto, nonostante in questi cinque anni di amministrazione credo di essere riuscito a unire più voci: negli ultimi consigli comunali c’era sempre l’unanimità e uno degli attuali consiglieri di minoranza si candida nella nostra lista».

I progetti i campo sono parecchi, alcuni già programmati ma sospesi o ritardati a causa del Covid: «Il campo di padel è stato portato a termine, quello da beach volley sarà pronto per settembre – prosegue il sindaco -. Entro il mese verrà concluso il progetto di asfaltatura della strade a Monticello grazie ai fondi statali e abbiamo in programma il potenziamento delle telecamere. Inoltre siamo riusciti ad aumentare il numero degli iscritti al nido: quest’anno saranno 30, oltre ai 54 della materna che per la prima volta avrà sue sezioni, e ai 50 alunni delle elementari. Inoltre ci piacerebbe valorizzare la sala comunale che prima era occupata dall’archivio e lanciare un appello per la riapertura del circolo e del negozio di Monticello».

Uno dei progetti è rivolto agli anziani: «Ci stia muovendo per organizzare un servizio prelievi e infermieristico nel nostro ambulatorio in modo da non doversi spostare per forza in ospedale, nonostante la presenza dell’associazione di volontariato».

Tra i propositi c’è anche quello già annunciato di poter usufruire del trasporto pubblico della Sun: «Tempo fa abbiamo parlato con l’assessore alla Mobilità del comune di Novara che si è dimostrato molto disponibile – aggiunge Paglino – poi però il dialogo si è interrotto: i costi da sostenere sono molti alti e la percentuale maggiore sarebbe a carico di Novara. Inoltre con il 2021 scade la convenzione con la Stn, l’attuale azienda di trasporti, e per il 2022 dobbiamo attendere la convenzione che verrà proposta dalla Regione. Mi auguro che l’accordo con la Sun possa arrivare a conclusione, ci teniamo molto: i bus cittadini arrivano fino a Pagliate, noi siamo solo a 3 chilometri di distanza».

Infine Paglino rivolge un appello ai suoi concittadini: «Andate a votare anche con una sola lista: se non si raggiunge il quorum, si rischia di commissariare il Comune».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *