Da Trecate: «Commissione speciale per rivedere le imposte»

Posticipare e ricalcolare la Tari, Acqua Novara Vco, Imu: sono otto le richieste che i consiglieri trecatesi Lorenzo Volonté e Antonio Vilardo hanno messo nero su bianco in vista del prossimo consiglio comunale di martedì 14 aprile. «Oltre a unirci al dolore delle famiglie che hanno vissuto un lutto o stanno lottando, pensiamo anche alla nostra città per la crisi economica che potrebbe vivere in modo molto grave, – ha detto il consigliere Volontè – le amministrazioni devono essere per questo un supporto concreto, ma crediamo che l’amministrazione guidata da Binatti non abbia neanche questa volta una visione d’insieme e di lungo periodo, ma navighi a vista. Un errore grave, che rischiamo di pagare molto caro fra qualche mese: e lo pagherebbero caro soprattutto le fasce più deboli della popolazione e le piccole attività commerciali e artigiane che rappresentano un tessuto fondamentale della nostra Trecate».

 

 

I due consiglieri presenteranno una mozione, con un elenco di otto punti, cinque di questi rivolti alla comunità in generale: posticipare la prima rata Tarialmeno al 31 dicembre 2020, con posticipazione della seconda rata al gennaio 2021 e posticipazione di quella di saldo a marzo 2021; differire il versamento della prima rata Imualmeno al 31 ottobre 2020 senza dover conteggiare la sanzione e gli interessi; sospendere gli avvisi di accertamento Imu, Tasi, Tari, Tosap e altri tributi comunali nell’anno 2020 relativamente alle annualità pregresse; concordare con Acqua Novara Vco una moratoria per l’anno 2020 sulle utenze dell’acqua; valutare la concessione di agevolazioni Imu.

E poi un occhio di riguardo verso le realtà commerciali e artigiane: ricalcolare l’importo complessivo della Tari 2020 sulla base della minore produzione di rifiuti nei giorni di chiusura parziale o totale delle attività imposte dai dpcm del Governo o dalle ordinanze regionali; ricalcolare la Tosap 2020per le attività che utilizzano suolo pubblico a fini commerciali sulla base dei giorni di parziale o totale inutilizzo della concessione a seguito dei sopra citati provvedimenti; posticipare le rate Tosap 2020di almeno 4 mesi ciascuna.

«Su tutto questo dovrà vigilare una Commissione consiliare speciale, – hanno chiuso -che monitori costantemente la situazione sociale, sanitaria ed economica del nostro territorio ed elabori e valuti tutte le iniziative da mettere in atto per il sostegno delle famiglie e delle attività produttive, commerciali e professionali in genere, che subiscano danni dall’attuale situazione».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: