Continua la protesta: «Per ora chiudo e aspetto. Dichiaro di essere povera»

Se lunedì 4 maggio la regione Piemonte non avesse approvato il take away, avrebbe aperto comunque per protesta (leggi qui), rispettando le regole. Invece lunedì è iniziata anche per lei la Fase 2, che però è durata soltanto tre giorni. Paola Castiglioni, la titolare del bar di Spazio Gajà, ha scelto di chiudere per ora la sua attività, no take away e nemmeno asporto. E ha deciso così per un motivo ben preciso, partecipando all’iniziativa che ha visto protagonisti diversi esercenti d’Italia “#Iononapro”: «Sono Matta? No, mi sono solo resa conto che per avere dignità è necessario aspettare che il governo si faccia sentire e dallo Stato aspetto l’aiuto per i costi di adeguamento per tutte le misure di sicurezza. Continuo a protestare».

 

 

Non solo, l’esercente galliatese si rivolge anche al sindaco della città Claudiano Di Caprio: «Chiedo un incontro pubblico con il sindaco della mia città, vorrei che fosse almeno dispiaciuto della situazione, vorrei che dicesse che cosa sta facendo per noi commercianti, vorrei le sue scuse».

Chiaro il messaggio di Paola Castiglioni: «Dichiaro di essere povera, chiedo aiuto anche al mio sindaco per far sì che lo Stato ascolti tutti noi commercianti. Il prossimo passo sarà presentarmi davanti al Comune per dire che ho fame. Non ho paura a dirlo, sono in difficoltà».

Di Caprio ha così risposto: «La mia porta è sempre aperta per tutti coloro che hanno bisogno. Ben venga qualunque tipo di incontro, stiamo facendo il possibile per essere vicino a tutti, le attività mi e ci stanno a cuore».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

2 risposte

  1. Be cpisco il suo sdegno
    Ma chiedo 54giorni fa eri povera???
    Non penso!! Offrivi caffe a chiunque te lo chiedesse??
    E ti dicesse “sono povero”????
    Be hai un bar di proprietà se sei povera vendi il tuo locale cosi torni ricca!!!
    Ci sono persone padri e madri di famiglia che nonhanno piu un lavoro e non sanno come campare
    Vergognati….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni