«Con il comandante Frezzato se ne va una memoria storica»

«Professionale, sempre disponibile e con un forte attaccamento al lavoro, gli piaceva». L’ex collega Giovanni Salsa ricorda così Amelio Frezzato, attivo al comando di polizia locale camerese per oltre 30 anni, morto nei giorni scorsi a 67 anni, dopo aver lottato a lungo. Frezzato era arrivato in paese nel 1970 come vigile, nel 1979 è diventato vicecomandante alla guida proprio di Salsa e infine, quando quest’ultimo è andato in pensione nel 2002, ha ottenuto lui carica di comandante, fino al 2012 e poi pensione anche per lui.

 

 

«Amelio aveva una dote che pochi altri davvero anno, conosceva a memoria tutti i confini del territorio di Cameri, io stesso per esempio non li conosco, – ricorda Salsa – e poi era davvero sempre presente, per noi non c’erano le otto ore, perché si era sempre in servizio, c’era un forte legame». Frezzato è stato anche premiato in consiglio comunale per i 35 anni di servizio svolto al comando. «Abbiamo condiviso tanto insieme. Il nostro è stato un bel percorso. Con lui se ne va una parte di memoria storica del paese», ha chiuso Salsa.

 

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: