Castelletto Ticino In provincia

Fisioterapista novarese sui social: «Chi fa il vaccino è contagioso, non chieda appuntamenti»

Donatella Ferrari scrive così sul proprio profilo Facebook. L'esternazione ha causato numerosi commenti di disappunto nei suoi confronti

«Chi farà il vaccino Covid-19 è contagioso per 42 giorni dalla prima somministrazione» e allora niente appuntamento. Lo ha scritto sul proprio profilo Facebook Donatella Ferrari, una massofisioterapista naturopata che esercita la professione nello studio di Castelletto Ticino “La dimora del benessere”.

«Da oggi  – prosegue – ogni appuntamento preso presso il mio studio sarà accompagnato da una vostra dichiarazione firmata che non avete ricevuto vaccino Covid-19. Coloro che faranno il vaccino devono calcolare 42 giorni di quarantena prima di potere avere un appuntamento. Non farò nessuna eccezione nè in studio nè a domicilio.»

 

 

E conclude: «Mi scuso anticipatamente… ma questo è estremamente necessario sia per me che per tutti i miei pazienti che non intendono vaccinarsi. Ricordo che chi farà il vaccino Covid-19 è contagioso per 42 giorni dalla 1° somministrazione. Buon proseguimento a tutti! Dott.ssa Donatella Ferrari».

E’ questo il messaggio riportato sul web dalla dottoressa che, sempre sul proprio profilo dichiara di avere 2 lauree, 1 dottorato, 5 master e di essere anche naturopata. L’esternazione ha scatenato numerosi commenti, moltissimi dei quali di disappunto nei confronti del messaggio trasmesso. E l’immagine che accompagna il testo ha una scritta che recita “Il miglior vaccino è il tuo sistema immunitario”.

  1. Avatar
    Marco Pagani

    NON è una fisioterapista, ma una “naturopata” (parola che credo sfugga ad una precisa definizione scientifica) e “massofisiotepista”, cioè fa i massaggi, giusto per non gettare il discredito sulla categoria dei fisioterapisti, che avrà le sue luci e le sue ombre, ma non scenderebbe mai a certi livelli!
    Vi chiedo pertanto di correggere il titolo.

  2. Avatar

    Che ignoranza!!!

  3. Avatar

    Il problema non è l’ignoranza della signora (non dottoressa) ma il giornalista che ha scritto l’articolo al solo scopo di ottenere click e la testate che le dà spazio. Da boicottare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati