Ancora rissa fra salvadoregni a Trecate. L’assessore: «Intensificheremo i controlli»

Ancora rissa fra salvadoregni a Trecate: «Intensificheremo i controlli». Dice così l’assessore alla Sicurezza Alessandro Pasca dopo l’ennesima rissa scoppiata in centro a Trecate in piazza Cattaneo e vicolo Bordiga, due palcoscenici purtroppo noti alle forze dell’ordine. E i protagonisti sono sempre gli stessi, persone salvadoregne, molte delle quali residenti proprio in vicolo Bordiga.

 

 

L’ultimo episodio nella notte fra sabato 1 e domenica 2 agosto: a lanciare l’allarme i residenti del vicolo che hanno prima visto un uomo accasciato a terra circondato da altre persone, con ogni probabilità non residenti nella via, poi hanno notato altre persone, questa volta note, che si sono messe a litigare arrivando anche alle mani.  Pare che la rissa, che ha visto il coinvolgimento anche di altri, abbia avuto inizio in piazza Cattaneo e ci sia stato poi un fuggi fuggi generale all’arrivo dei carabinieri della radiomobile. Ma i residenti la mattina dopo, domenica, si sono ritrovati chiazze di sangue per terra.

Era da mesi che nell’area, videosorvegliata, non intervenivano le forze dell’ordine, ma i residenti garantiscono che piccoli episodi siano, se non all’ordine del giorno, all’ordine del finesettimana. «Per noi è esasperante, vorremmo sentirci sicuri a casa nostra» dicono alcuni di loro. Da anni si registrano problemi del genere, ma l’apice è stato toccato a settembre del 2019 quando un 32enne è stato accoltellato a colpi di machete. Da lì la raccolta firme per una petizione e l’intervento del questore. Alcuni controlli serrati e poi le telecamere, avevano reso la zona più vivibile.

«Ci siamo confrontati già con i carabinieri e con il comandante della polizia locale e lo rifaremo verso il fine settimana, ho allertato anche già il prefetto, – spiega Pasca – intensificheremo i controlli. Da un lato c’è il dato positivo che da settembre dello scorso anno non è accaduto nulla, ma è chiaro che anche gli episodi sporadici vadano evitati. Il vicolo e la piazza sono posti che vivono tale situazione da oltre dieci anni e da quando ci siamo insediati abbiamo lavorato per renderli vivibili. Abbiamo tagliato la siepe in piazza, abbiamo messo le telecamere in tute le aree frequentate da queste persone. L’intervento mirato del questore è stato importante, con le nostre forze locali noi non avremmo potuto. E’ difficile ora, perché presidiando la stessa aree sarebbero scoperte altre. Cerchiamo di fare il meglio per evitare ulteriori episodi».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *