Alla primaria di Galliate un’aula speciale per ricordare Alice a due anni dalla morte

«Ricordare sempre Alice è come pensare che sia ancora con noi, è un modo per mantenerla in vita. Ogni gesto nei suoi confronti è sempre ben accetto e ringraziamo davvero tutti». Sono le parole di Ida, la madre di Alice Ingrassia, la giovane morta a 23 anni il 5 giugno 2018 in seguito a un tragico incidente mentre faceva jogging vicino a casa. Da mercoledì 3 giugno alla scuola primaria di Galliate, la sua città, una aula ha preso proprio il suo nome: un’aula relax dedicata ai bambini con esigenze speciali o da pensare anche solo un posto tranquillo dove ritrovare la calma e la serenità.

Un progetto partito a dicembre 2019 con i primi arredi acquistati dall’associazione Genitori scuole di Galliate e dalla polizia municipale, che ha devoluto all’associazione un contributo a fronte della vendita dei calendari 2019. E proprio la famiglia di Alice è stata co protagonista nell’allestimento con morbidi divanetti e specchiera: mamma Ida, papà Piero e le sorelle Cinzia e Marina hanno abbracciato con gioia questa idea di donare uno spazio accogliente ai bambini.

Una sala che comunica serenità, buonumore, in grado di trasmettere tanto. «Rosa era il suo colore preferito e ci piace molto l’aula, – continua mamma Ida – e siamo felici per i commenti che sono arrivati, commenti di apprezzamento che ci riempiono il cuore. Noi cerchiamo di ricordare Alice in ogni modo, con tanti appuntamenti».

Uno purtroppo è stato rimandato, causa emergenza: la corsa a lei dedicata, organizzata sempre insieme all’associazione Genitori: «Vorrà dire che il prossimo anno la gara sarà ancora più bella, – dice Ida – il mio grazie va a tutti, ai volontari, alla polizia locale, gli arredi erano pronti, ma il tempo ci ha fermato, vederla ora tutta sistemata, essere potuti entrare nella scuola che Alice ha frequentato, è stato bello».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: