Comunali, ore 23: a Garbagna ha votato il 53,43%, a Vaprio il 56,86%
20 settembre 23:13
Comunali, a Bogogno alle 23 ha votato il 57,38%
20 settembre 23:24
Comunali, alle 23 ad Arona ha votato il 45,51%, a Vinzaglio il 59,92%
20 settembre 23:31
Comunali, alle 23 a Invorio ha votato il 53,81% degli elettori
20 settembre 23:36
Comunali, affluenza ore 23: Italia (603 su 606 comuni) 49,61%, Piemonte 50,06%, Prov. Novara 49,16%
21 settembre 00:06
Referendum, affluenza ore 23: Italia 7.890 su 7.903 comuni) 39,42%, Piemonte 38,81%, Prov. Novara 38,32%
21 settembre 00:07
Urne aperte fino alle 15. Nel pomeriggio aggiornamenti costanti sui risultati del referendum
21 settembre ore 8:25
Affluenza: prossimo aggiornamento ore 12
21 settembre ore 9:05


In città Politica
Stazione Agognate - La Voce di Novara

Via libera del consiglio comunale alla “stazione” di Agognate

Della struttura, lungo la linea Novara - Biella, si occuperà lo stesso soggetto che realizzerà l’insediamento logistico. Seppur con qualche dubbio legato al futuro del servizio anche il Pd ha votato a favore; astenuta la rappresentante del M5S

Con la sola astensione di Paola Vigotti (Movimento 5 Stelle) il consiglio comunale di Novara ha dato questa mattina, lunedì 14 settembre, nel corso di una seduta tenutasi ancora all’Arengo del Broletto, il via libera definitivo al Piano particolareggiato di edilizia pubblica convenzionato in variante del Prg che consentirà il nuovo insediamento di Agognate.

Un secondo passaggio che include una modifica avanzata da Vailog (il soggetto proponente) e che, come ha spiegato ancora l’assessore Elisabetta Franzoni, «riguarda un aumento dell’altezza del building (da 16 metri a 25, ndr) con lo scopo di insediare dei macchinari altamente automatizzati verticali che consentano lo spostamento delle merci dal magazzino al reparto spedizione». L’atra modifica riguarda la ridefinizione del sistema urbanistico con un riassetto della viabilità e l’inserimento di un’ulteriore area di parcheggi.

 

 

Delle osservazioni pervenute non è stata accolta quella pervenuta dall’architetto Giovanni Gramegna anche a nome di alcune associazioni ambientaliste, mentre è stata ritenuta meritevole di accoglimento quella avanzata dalla stessa Vailog che prevede la realizzazione di una “fermata” lungo la linea ferroviaria Novara – Biella. Una soluzione, ha poi avuto modo di spiegare lo stesso sindaco Alessandro Canelli di fronte a qualche perplessità da parte dei consiglieri del Pd, «che ci offre una valida alternativa che ci consente di migliorare e integrare l’offerta trasportistica del polo logistico, a vantaggio degli addetti ma anche di costituire un’area di interscambio con i vicini parcheggio e casello autostradale».

I dubbi della minoranza, negli interventi di Nicola Fonzo e Rossano Pirovano, non riguardano la realizzazione dell’opera in sé, «ma piuttosto la potenzialità del servizio che potrà essere offerto in determinati orari. Ne avete parlato con i diretti interessati?». Ancora Canelli: «La Regione è venuta da noi e con l’assessore ai Trasporti Gabusi abbiano avuto modo di sentire Rfi e Trenitalia, riscontando da parte loro la disponibilità ad andare in questa direzione . L’assessore Gabusi e insieme abbiamo sentito Rfi e Trenitalia c’è la disponibilità da parte loro di andare in questa direzione». Pirovano ha poi motivato il voto favorevole del Pd con «l’ennesima dimostrazione di fiducia concessa da parte nostra, ma vorremmo essere aggiornati sugli sviluppi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati