Referendum, Fdl: «Un sì convinto per una legge elettorale verso il maggioritario»

Fratelli d’Italia esprime un’opinione favorevole di fronte alla possibilità di una riduzione di deputati e senatori e per questo invita a votare “sì” al referendum costituzionale confermativo del 20 e 21 settembre. Al tempo stesso, però, il partito di Giorgia Meloni spinge perché si arrivi alla modifica della legge elettorale in senso più maggioritario «evitando i tradizionali “inciucioni” post voto». Lo ribadisce con forza il senatore novarese di FdI Gaetano Nastri: «In occasione dei quattro passaggi fra Montecitorio e Palazzo Madama noi abbiamo espresso altrettanti “sì” convinti, ma pensiamo tuttavia che un premio di maggioranza possa consentire di conoscere senza ombre di dubbio chi governerà e chi siederà sui banchi dell’opposizione subito dopo l’appuntamento con le urne».

 

 

Per fare un esempio, Nastri guarda con particolare interesse a un modello che a grandi linee e con qualche correzione ricalchi quello per l’elezione diretta del sindaco nei Comuni: «La nostra idea è quella di aumentare dal 30 al 60% la quota di seggi attribuita con il sistema maggioritario e al tempo stesso di premiare la coalizione che raggiunga il 40% dei voti assegnandole la metà dei posti in Parlamento. Una sorta di premio di governabilità che impedisca quanto accaduto finora, con maggioranze che si formano dopo il voto o anche a distanza di parecchio tempo. Subito dopo il voto occorre che si formi un Governo nella pienezza dei suoi poteri e per tutta la legislatura».

Non sarà facile «perché l’attuale maggioranza – conclude Nastri – a cominciare dal Pd, sta guardando in tutt’altra direzione. Aspettiamo di conoscere il testo che approderà in Parlamento alla ripresa dei lavori e cercheremo di apportare tutti i miglioramenti possibili».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: