De Stasio (Azione) ha annunciato la sua segreteria: «Puntiamo a un forte radicamento sul territorio, con diversi giovani»

In occasione del recente congresso fondativo eletti anche i trenta componenti del Consiglio provinciale, i quindici delegati all'assise regionale in programma l'8 febbraio e quello che rappresenterà il Novarese all'Assemblea nazionale

Sergio De Stasio, neo coordinatore provinciale di Azione, investito ora di una carica espressione del recente congresso fondativo, ha sciolto le ultime riserve e in occasione della prima riunione del Consiglio provinciale (del quale sono stati chiamati a farne parte trenta persone) ha annunciato ufficialmente i nomi dei componenti della sua segreteria, con le rispettive deleghe. Sono stati chiamati a farne parte Alessandro Milanino (organizzazione), Roberto Faggiano (enti locali), Gabriele Cerfeda (comunicazione), Rocco Ubertini (tesseramento), Simone Badolato (tesoreria), Paola Salsa (lavoro e sviluppo economico), Michela Poeta (politiche sociali), Chiara Viscomi (ambiente e mobilità), Chiara Subani (scuola e cultura), Matteo Guenzi (politiche giovanili), Pier Luigi Vecchi (sport) e Antonino Virga (politiche agricole). Contemporaneamente sono stati indicati i quindici delegati che il prossimo 8 febbraio prenderanno parte al lavori del congresso regionale e il nome – Giulio Peroni – del rappresentante all’Assemblea nazionale.


Tornando alla segreteria, De Stasio ha parlato di una squadra «ricca di competenze e che integra e scommette, come il nostro partito non si stanca mai di ricordare, sui giovani». Gli esempi sono rappresentati da “under 25” come Milanino e Ubertini, ma anche il ventiseienne Guenzi.


«Azione – ha ricordato ancora una volta De Stasio – punta a radicarsi sempre di più sul territorio e si presenta prima di tutto come un partito composto da persone, una comunità. Una forza pluralista animata da tanto impegno e passione. Donne e uomini alla loro prima esperienza di impegno politico. Un bellissimo segnale che non va disperso. Ci aspetta un gran lavoro nei prossimi mesi. Dobbiamo dimostrare di esserci con idee, energie e conoscenza del territorio, solo coì avremo la possibilità di migliorare davvero la vita delle persone, non in modo retorico ma con progetti concreti: lavoro, sanità, formazione, sport, cultura, diritti».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL