Borgomanero è Città del Vino «per valorizzare territorio e prodotti»

Borgomanero è Città del Vino. L’ufficializzazione è avvenuta nella tarda mattinata di venerdì 14 maggio nella Sala Consigliare di palazzo Tornielli. Presenti il Presidente del sodalizio nazionale Floriano Zambon, il vice Stefano Vercelloni e l’ambasciatore Valentino Guglielmini. Presenti per l’Amministrazione il Sindaco Sergio Bossi e la Giunta oltre a produttori locali di vino e il presidente dell’Associazione Pasticceri. L’Associazione Città del Vino raggruppa 460 Comuni Italiani e promuove le eccellenze del territorio.

 

Nel presentare la cerimonia, il presidente nazionale Zambon ha voluto sottolineare la storia dell’Associazione, «nata 33 anni fa il 21 marzo 1987 quando 39 sindaci si riunirono a Siena per dar vita all’Associazione Nazionale Città del Vino». Ha poi rimarcato l’importanza di recuperare i territori come valore aggiunto alla tipicità del luogo. Dal canto suo il Sindaco Bossi ha sottolineato le parole di Zambon che si è complimentato per la bellezza e l’ordine di Borgomanero. La conclusione arrivata dall’Assessore al Commercio Annalisa Beccaria: «L’adesione ha lo scopo di diffondere le potenzialità di Borgomanero anche oltre i confini; dopo la De.Co. (Denominazione Comunale) al Tapulone e ai Brutti ma Buoni, in una ottica di ulteriore valorizzazione del territorio diventa fondamentale puntare l’attenzione anche agli splendidi paesaggi rurali dei nostri vigneti che hanno fatto e continueranno a fare la storia della nostra tradizione».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL