Con Taste Alto Piemonte il Castello per tre giorni capitale del vino

Taglio del nastro questa mattina per il via della rassegna organizzata dal Consorzio nebbioli e dedicata alle eccellenze vinicole del territorio. Sino a lunedì degustazioni, appuntamenti gastronomici e masterclass

Tante Alto Piemonte è ripartito. Con il taglio del nastro, questa mattina, sabato 28 maggio, dopo due anni di forzato stop dovuto alla pandemia, il Castello Visconteo Sforzesco di Novara è tornato a ospitare la manifestazione dedicata alle eccellenze vinicole del territorio e non solo.


Tante autorità presenti, con viva soddisfazione a cominciare dai rappresentanti del Consorzio nebbioli Alto Piemonte, ma soprattutto dai veri protagonisti, gli oltre cinquanta espositori che hanno avuto modo, alzando i primi calici, di cercare di dimenticare due anni di estrema difficoltà per l’intero comparto, cercando di sforzarsi di guardare con rinnovata fiducia al futuro.


La rassegna è stata patrocinata dal Comune di Novara e gode del sostegno della Regione Piemonte. Partner istituzionali sono la Camera di Commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte, Atl Novara, la Fondazione Castello, oltre ai main sponsor Enartis e Ponti e di quelli tecnici come Associazione italiana sommelier Piemonte, Amorim, Sant’Antonio, Unipol, Universal e il Consorzio gorgonzola.


La proposta gastronomica è integrata dalla presenza, nel cortile del Castello, di quattro food trucks. Coinvolta sarà anche l’associazione Cuochi Alto e Basso Novarese e Vco, mentre la Fondazione Apri le braccia e l’associazione Noi come voi presenterà l’iniziativa Squisito!, progetto nato per sostenere e sperimentare un’attività lavorativa itinerante alle persone disabili. E’ stata inoltre allestita una mostra fotografica intitolata “I volti dell’Alto Piemonte”, per osservare ancora più da vicino i produttori, mentre funziona come sempre un’enoteca temporanea.


Nella giornata di domani, domenica 29 maggio, si potrà accedere dalle 9,30 alle 19, mentre lunedì 30 si chiuderanno i battenti alle 17. Il biglietto d’ingresso intero costa 20 euro (ridotto a 15 per soci Ais, Fisar, Fis, Onav, Aspi e Slow Food). La partecipazione ai seminari di approfondimento sono proposti a 40 euro. I tagliandi si possono acquistare online, dove si possono trovare anche tutte le info per i seminari, sul sito www.tastealtopimonte.it.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL