Borgomanero, i produttori dell’Alto Piemonte protagonisti a Villa Marazza

Appuntamento sabato 4 e domenica 5 settembre con le eccellenze agroalimentari e gastronomiche locali. La manifestazione ha ricevuto l’attestazione EcoActions di Legambiente come evento a basso impatto

Sabato 4 e domenica 5 settembre le eccellenze agroalimentari e gastronomiche locali tornano protagonisti all’interno del Parco di Villa Marazza a Borgomanero: 40 piccoli produttori dell’Alto Piemonte nel tradizionale mercato del parco, che per due giorni proporrà tante eccellenze regionali, di nicchia, per una spesa con prodotti buoni, sani e locali.

Si rinnova per la terza volta l’ormai consueto appuntamento con il Parco del Gusto a Borgomanero. Il primo weekend del mese di settembre, sabato 4 e domenica 5, il Parco di Villa Marazza ospiterà ancora una volta il mercato dei piccoli produttori dell’Alto Piemonte e non solo. La manifestazione è organizzata dalla Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, insieme al Comune di Borgomanero, alla Pro Loco di Borgomanero e alla Fondazione Marazza, con il patrocinio e il sostegno di ATL Novara.

L’edizione 2021 porterà all’attenzione dei borgomaneresi e del novarese in generale una squadra nutrita di ben una quarantina di produttori provenienti dalle province di Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Biella, ma anche Alessandria, Asti, Cuneo e Torino, che proporranno al pubblico prodotti buoni e sani, tra Presidi Slow Food, Arca del Gusto e prodotti locali di qualità.Dalle ore 10.00 alle 19.00 di sabato 4 e domenica 5 settembre si potrà fare la spesa al mercato con le eccellenze piemontesi, immersi nel verde dello splendido Parco di Villa Marazza.

Con uno stand collettivo, farà il suo esordio al Parco del Gusto il gruppo “Pronubi – apicoltori per la biodiversità Alto Piemonte”, amici della Condotta Slow Food delle Colline Novaresi, che ha l’obiettivo di sensibilizzare cittadini, aziende ed istituzioni del territorio in cui opera sui temi legati al declino degli insetti, in particolare i pronubi (o impollinatori), sostenendo la tutela della biodiversità attraverso l’attuazione di progetti di responsabilità sociale e ambientale.

Durante la due giorni verrà presentato anche il progetto C.I.BO, nato dalle idee, dalla co-progettazione e dall’unione di 13 partner. Un progetto a favore della comunità che lavora per l’inclusione sociale, l’educazione alimentare, la promozione del territorio e la sostenibilità socio ambientale, questo è C.I.B.O. Partecipando alla Call for Ideas del progetto Im.patto di Nova Coop, tredici stakeholder (Associazione culturale Il Vergante, Associazione Rete Nondisolopane, Birrificio 100Venti, Circolo Legambiente Amici del lago – APS, CISS Borgomanero, Collegio Don Bosco, Comune di Borgomanero, Condotta Slow Food Colline Novaresi, Cooperativa sociale Il Ponte, Impresa Sociale Irene, Società Agricola La Zappa Arcobaleno, Unionbirrai) hanno co-progettato una serie di azioni a favore dell’intera comunità borgomanerese, che saranno presentate durante l’edizione di quest’anno del Parco del Gusto.

Quest’anno il mercato riceve l’attestazione EcoActions di Legambiente, come evento a basso impatto. Il riconoscimento, che sottolinea un’attenzione particolare alla riduzione delle emissioni e in generale verso l’ambiente, è la numero 5, una delle primissime a essere assegnata su tutto il territorio italiano.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *