Galliate, spostare la ferrovia: un progetto da 60 milioni per il Recovery Fund

Galliate, spostare la ferrovia: un progetto da 60 milioni per il Recovey Fund. La scorsa settimana hanno parlato anche di ferrovia il sindaco Claudiano Di Caprio e il presidente della Regione Alberto Cirio insieme al consigliere regionale Riccardo Lanzo, in tour nel Novarese. Presente anche il consigliere comunale Davide Ferrari. Si tratta di un progetto che risale agli anni ’90, approvato nel 2005 da tutte le conferenze dei servizi e dotato anche di variante urbanistica.

Nel concreto si tratterebbe di spostare l’intera ferrovia più a Nord, con la stazione tra Galliate e Cameri nei pressi del ponte sul Canale Cavour e con la creazione di sovrappassi che eliminerebbero le code attuali dei passaggi a livello. Dagli 82 milioni iniziali, si parla ora di 60 milioni, in seguito ad alcune modifiche. «L’attuazione di questo progetto sarebbe funzionale per Galliate, sia per il problema passaggi a livello, sia per il passaggio dei treni merci che andrebbe a ridurre la circolazione dei mezzi pesanti» dice il consigliere Ferrari.

«Ci sono più parti che rispondono al progetto, Ferrovie Nord, la Regione ma c’è anche la competenza di Milano. Tutti gli uffici stanno lavorando assiduamente per inserire il tutto nelle richieste del Recovery Plan». A confermare l’importanza di un progetto simile il consigliere Riccardo Lanzo: «Quella relativa ai passaggi a livello è una problematica molto nota, -dice – lo spostamento della ferrovia potrebbe essere benissimo parte di progettualità per il Recovery Fund. Le nostre visite nei Comuni servono proprio a questo, ascoltare le esigenze e provare a recepirle in modo concreto».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *