Donazione al fondo Charity: così il Basket Galliate salda le rette “sospese” e aiuta le famiglie in difficoltà

Praticare uno sport, in questo caso la pallacanestro, non deve essere considerato un lusso, bensì un’opportunità rivolta a tutti. È questa la filosofia che da sempre segue il Basket Galliate e resa ancor più concreta con l’apertura del “Basket Galliate Charity”, un fondo cui attingere per aiutare quelle famiglie in difficoltà e sostenere altri tipi di progetti sempre legati ai ragazzi. Il fondo è stato avviato ormai qualche anno fa grazie al gesto generoso delle famiglie Rocca e Cantone e da allora viene con impegno mantenuto.

Proprio nei giorni scorsi al fondo è stata aggiunta una donazione importante, quella dei signori Elisabetta Rossari Barozzi e Umberto Garzulino che hanno pensato alla società biancoverde per ricordare Pietro Rossetti e Claudina Pogliotti. Un gesto che la società ha apprezzato tantissimo proprio per il fine per cui verrà utilizzata quella cifra.

Quanto donato verrà utilizzato in parte per saldare le quote sospese di minibasket e camp estivo e in parte per ampliare progetti di Easybasket scolastici, acquistare attrezzature per palestra, campetti e scuole dove si lavora.

Per dare sempre nuova linfa al Charity la società punta sempre a organizzare anche momenti o iniziative speciali, come per esempio la proposta di una t-shirt speciale dedicata alla città di Galliate e al gioco del Basket. Il logo è opera di Elisabetta Brustio e l’idea è sostenuta da Daniela Lualdi e il ricavato sarà proprio indirizzato al fondo.

«Il contributo ricevuto da Elisabetta e Umberto ci ha permesso innanzitutto di tirare un sospiro di sollievo e affrontare con più serenità gli impegni economici che questa stagione anomala, fatta di continue aperture e chiusure, restrizioni e protocolli sanitari da rispettare ci para dinnanzi, – dicono dalla società – e siamo lieti di aver ripreso il progetto Charity: avere a disposizione un fondo destinato al sociale, permette alla società di migliorarsi sia dal punto di vista delle attrezzature e delle strutture, ma anche di raggiungere quelle famiglie i cui ragazzi vorrebbero avvicinarsi al gioco della pallacanestro ma non possono sobbarcarsi il peso di una retta corsi».

Aiutare in momento storico del genere non è facile: «Anche il mondo dello sport, al pari di tutti gli ambiti quotidiani, è stato toccato duramente dalla pandemia. La mission del Basket Galliate, realtà profondamente radicata nel territorio galliatese, è quella di accogliere bambini e ragazzi appassionati del gioco con la palla a spicchi e aiutarli a crescere, fisicamente e mentalmente, come sportivi, ma anche come persone responsabili, collaborative e altruiste, come il gioco di squadra sa trasmettere. I benefici dello sport sono tanti ed innegabili e la loro mancanza si è fatta sentire forte proprio nel momento i cui l’attività fisica è stata preclusa: sedentarietà, cattivo umore, tic nervosi, aumento di peso, mancanza di ‘sfoghi’, abuso di mezzi tecnologici. Le società sportive stesse si sono trovate in forte difficoltà economica, appese a sporadici bonus statali. Per quanto riguarda la nostra associazione biancoverde, quelli che erano i progetti stagionali 2019/20 e 2020/21 sono stati accantonati a malincuore e le spese ordinarie affrontate con difficoltà e con l’ansia di non poter ‘tirare avanti’ a lungo».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: