Un Carnevale “fuori stagione” per i 150 anni di Re Biscottino

Sabato 9 luglio l'attesa manifestazione che non era tenuta nello scorso febbraio per le restrizioni dovute all'emergenza pandemica. In arrivo figuranti da tutta Italia e dalla “gemellata” Chalon per festeggiare il secolo e mezzo della maschera novarese

Le prime indiscrezioni si erano avute nello scorso mese di gennaio all’indomani della Patronale, tradizionale momento in cui l’attenzione si sposta da San Gaudenzio al Carnevale. Le particolari restrizioni ancora esistenti all’epoca dovute all’emergenza pandemica avevano però imposto l’alt: niente sfilata, a tutela dei più piccoli; ne se sarebbe riparlato nei mesi più caldi. Detto fatto. Quest’anno il Carnevale – vale proprio la pena di dirlo “fuori stagione” – andrà in scena nel prossimo weekend. Non si poteva annullarlo, anche perché il 2022 rappresenta un importante traguardo per Re Biscottino, la popolare maschera cittadina, che festeggia il secolo e mezzo di vita.


Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il sindaco Alessandro Canelli con il presidente del Consiglio comunale Edoardo Brustia e l’assessore Giulia Negri; e poi il consigliere comunale Ezio Romano con i due “sovrani”, Biscottino e Cunetta, al secolo Renato e Giusy Sardo, oltre a un paio di figuranti. E se il primo cittadino con una battuta ha detto che «quest’anno il Carnevale, momento particolare di festa soprattutto per i bambini, diventerà un appuntamento dell’Estate novarese», è stato ricordato dagli organizzatori come «in tante città il Carnevale estivo sia da tempo diventato un momento tradizionale in grado di riscuotere sempre più successo».


Tante maschere e gruppi da varie località della Penisola, oltre a quelle della “gemellata” francese Chalon-sur-Saone, saranno presenti all’appuntamento novarese, che vedrà anche la presenza di Zeudi Di Palma, miss Italia 2021.


Particolarmente fitto si presenta il programma. Si comincerà sabato 9 luglio alle 10 in vicolo Monte Ariolo, dove il biscottificio Camporelli allestirà un rinfresco per celebrare il 170° anniversario di attività. Alle 11 nel Salone dell’Arengo del Broletto, conferenza dello storico Marzio Dell’Acqua sul tema dell’evoluzione delle maschere. Nell’occasione saranno consegnati dei premi alla memoria di due illustri novaresi che in passato hanno impersonato la figura di Re Biscottino, Enrico Tacchini e e Sandro Berutti. Una premiazione doppia, perché saranno insigniti anche i vincitori dell’edizione 2021 del Carnvale, non tenutasi a causa del Covid. Il “Tacchini” dello scorso anno andrà a Tommasa Pericchia dei City Angels e Andrea Notari dei Giovani imprenditori di Confindustria; per il 2022 i nominativi segnalati sono quelli di Claudia Clerici (Gruppo Scorpions) e del presidente del Novara FC, Massimo Ferranti. Quello alla memoria di Berutti a Massimo Battaglia, Ettore Gramigni e Paola Pigozzo.


Nel pomeriggio, dopo le 18, la sfilata vera e propria con partenza da via Montalcini e, attraverso le vie del centro, l’arrivo davanti al Municipio, dove re Biscottino riceverà le chiavi della città. In sera, infine, cena con ballo al ristorante di Novarello (info e prenotazioni telefonando al 347 4372919). Momento dedicato ai più piccoli nella giornata di domenica 10 presso la Galleria del Centro commerciale San Martino.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL