Tutta la città ha cantato Dante. Finale a sorpresa con Lucilla Giagnoni dal balcone del castello

Sono state le terzine conclusive dell’ultimo canto dell’Inferno e del Paradiso a chiudere l’evento di stasera, 12 settembre, dedicato al settimo centenario della morte di Dante: i 100 canti della Divina Commedia letti contemporaneamente allo scoccare delle campane in 100 luoghi di Novara da 100 cittadini: luoghi simbolo del centro storico, ma anche angoli di strada e cortili privati nelle periferie.

Al termine delle letture, i cento cantori si sono riuniti nel cortile del castello dove, a sorpresa, Lucilla Giagnoni, che a Dante ha dedicato buona parte della sua carriera di attrice oltre ad avere interpretato tutta la Divina Commedia su Rai 5, dal balcone del castello ha declamato al megafono gli ultimi versi dell’Inferno e del Paradiso. Su invito di Vanni Vallino, direttore del Teatro Faraggiana, organizzatore della serata, il pubblico ha partecipato tenendo accesa la luce del proprio telefono cellulare.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni