Tra convenienze e inconvenienze l’opera buffa torna sul palco del Teatro Coccia

Il prossimo fine settimana sarà protagonista Donizetti con "Le Convenienze e Inconvenienze teatrali". Questa sera è in programma l'Operitivo con il cast dell'opera

L’opera buffa va in scena ancora una volta al Teatro Coccia. Lasciato alle spalle Rossini – con il doppio appuntamento dello scorso fine settimana – ora arriva Donizetti con “Le Convenienze e Inconvenienze teatrali”: un lavoro non del tutto noto al pubblico, ma in grado di regalare la grande musica dell’Ottocento operistico.

Come ha ricordato la direttrice del Coccia, Corinne Baroni, «questa produzione è già andata in scena la scorso anno a Piacenza, ma qui a Novara il cast è stato completamente rinnovato». Si confermano, invece, il Maestro Giovanni Di Stefano, che guiderà l’Orchestra Filarmonica Italiana, e il regista Renato Bonajuto (assistito da Daniele Piscopo) il quale ha raccontato come la figura di Donizetti sia in qualche modo legata alla storia della città: «Il compositore bergamasco si era proposto come Maestro di Cappella del Duomo di Novara, ma era stato scartato perche c’era ancora Carlo Coccia in piena attività. Vediamo se con questo spettacolo possiamo in qualche modo “risarcirlo” di quel no ricevuto più di due secoli fa».

Bonajuto ha anche ricordato che «la drammaturgia è di Alberto Mattioli il quale cha modernizzato la storia ambientandola nell’attualità con riferimenti ai cantanti contemporanei e con alcune situazioni novaresi: sarà il pubblico a indovinare in quale comune della Provincia si svolgerà la storia. Le scene e i costumi sono dello stesso di Tosca andata in scena a maggio: Danilo Coppola e Artemio Cabassi».

Di Stefano ha, invece, ricordato come «l’autore abbia in realtà scritto non solo lo spartito ma anche il libretto che poi giustamente viene indicato di Domenico Gilardoni perchè è tratto da un suo testo. Esistono varie versioni di quest’opera e non ce n’è una giusta. Noi abbiamo pensato di mettere in scena quella che avesse un senso teatrale. Saranno due atti intensi».

Nel cast professionisti, a cominciare da Simone Alberghini che a Novara era già stato a gennaio interpretando Don Magnifico nella Cenerentola di Rossini. Poi: Carolina Lippo, Paolo Ingrasciotta, Leonora Tess, Lorrie Garcia, Didier Pieri, Andrea Vincenzo Bonsignore, Stefano Marchisio, Dario Giorgelè e Juliusz Loranzi.

“Le Convenienze e Inconvenienze teatrali” andrà in scena venerdì 11 novembre alle 20.30 e domenica 13 alle 16. Info e biglietti QUI. Questa sera, 4 novembre, alle 18.30 nel foyer del Teatro è in programma l’Opertivo: le più belle arie dall’opera di Donizetti, interpretate dal cast dei cantanti coinvolti nella produzione e introdotte dal regista Renato Bonajuto, dal direttore d’orchestra Giovanni Di Stefano e dal direttore del Teatro Coccia, Corinne Baroni. Il tutto assaporando il nuovo cocktail studiato appositamente da Maurizio Sironi di Cannavacciuolo Cafè & Bistrot dedicato al titolo. Ingresso 10 euro.

Leggi anche

«Dopo il rock e il pop ho scoperto l’opera. Senza di lei la mia vita sarebbe nulla»

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni