Orsini al Coccia interpreta la parabola della vita

Halvard Solness è un uomo ricco e potente ed è ostile ai giovani, da cui teme di essere soppiantato. Ma la giovanissima Hilde bussa alla sua porta; gli ricorda un incontro e una promessa di dieci anni prima, fatta a lei, bimba, da lui al vertice del successo. Solness non rammenta ed è tormentato dal senso di colpa per un episodio all’origine della sua fortuna sociale, professionale ed economica, ma anche dell’infelicità sua e della moglie. Hilde gli offrirà un possibile riscatto…

Il costruttore Solness è il capolavoro della maturità di Ibsen e sarà portato sul palco del Teatro Coccia da Umberto Orsini, attore di fama mondiale e di origini novaresi: «È la storia di tanti assassinii – commenta nelle sue note – Giovani che uccidono i vecchi spingendoli a essere giovani e vecchi che uccidono se stessi nel tentativo di raggiungere l’impossibile ardore giovanile. Una storia segnata da una grande carica erotica e da uno spregiudicato esercizio del potere. Cercavo un regista di grandi capacità visionarie per metterlo in scena e sono convinto di averlo trovato in Alessandro Serra che mi ha messo al centro di uno spettacolo in cui la coralità dei personaggi, che circondano Solness come in una morsa che non dà scampo, gioca un ruolo fondamentale. Sono orgoglioso di presentare una compagnia di giovani talenti che si confrontano con attori di più navigata esperienza con un senso della disciplina e della dedizione che mi fa ricordare le grandi compagnie di quel passato nel quale io ho ancorato le mie radici più profonde. Grazie a Flavio, a Lucia, a Renata, a Pietro, a Chiara e a Salvo che hanno reso possibile il miracolo di farmi ancora una volta sognare».

 

 

Lo spettacolo andrà in scena questa sera, venerdì 25 novembre, alle 21 (replica domenica 26 alle 16) e sarà preceduto alle 18 nel foyer del Teatro da un incontro con Orsini che parlerà del suo ultimo libro “Sold out”, una lunga carriera di artista raccontata in prima persona componendo così il romanzo di una vita, tra incontri indimenticabili, colpi di fortuna, delusioni, le difficoltà che precedono i grandi successi.

L’ingresso alla presentazione è libero mentre per lo spettacolo sono acquistabili in Teatro oppure su https://biglietteria.fondazioneteatrococcia.it/home.aspx?spett=694

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: