Marano Ticino: BANTautori presenta “Delitti di lago” con Erica Gibogini 

L’autrice dei best seller ambientati sul lago d’Orta sarà al Parco Comunale il prossimo 28 maggio

Un altro caso da risolvere per il commissario Verano, questa volta impegnato con la misteriosa morte di un paracadutista lanciatosi dal Mottarone: il nuovo romanzo di Erica Gibogini In trappola. Ferragosto in giallo sul lago d’Orta (Morellini editore) sarà protagonista sabato 28 maggio alle ore 15,30 al Parco Comunale di Marano Ticino (piazzale del Municipio) per la rassegna BANTAutori. L’autrice sarà introdotta da Ambretta Sampietro.

È una caldissima mattina di agosto e lungo la scarpata del Mottarone, sul versante prospiciente il lago d’Orta, viene ritrovato il cadavere di un uomo precipitato con il parapendio. Il commissario Verano, chiamato sul luogo, cerca in quel viso sfigurato la risposta a una morte apparentemente accidentale.

Un salto di pochi giorni indietro nel tempo: è Ferragosto e Marco guida verso Omegna, ritrovando i luoghi dove, da bambino, ha trascorso una vacanza insieme ai genitori, in un piccolo paese nascosto fra le montagne affacciate sulla sponda occidentale dello stesso lago. I ricordi gli si affacciano alla memoria, ossessionanti, facendolo sempre di più desistere dall’idea, impostagli da un amico, di gettarsi con il parapendio dal Mottarone. Salendo verso la cima ripensa a quei tempi lontani, al ragazzino che era e alla vacanza interrotta bruscamente. Il passato e il presente si fondono e le vicende di tanti anni prima rivendicano prepotenti la sua attenzione di adulto, chiudendolo in trappola.

Erica Gibogini vive a Pettenasco, sul lago d’Orta, e lavora presso il Comune di Omegna. Ha pubblicato nel 2018 il libro Orta in giallo (Mnamon edizioni) contenente anche il racconto vincitore di “Garfagnana Noir 2017”. Fa parte del Laboratorio di Narrazione di Verbania, con il quale ha curato il libro Il treno narrante (Morlacchi Editori). Ha pubblicato nel 2019 per Morellini il romanzo Rose bianche sull’acqua, finalista al “Premio Garfagnana in Giallo 2019” e vincitore della targa G. Lazzaro al premio Stresa di Narrativa 2020 e Picnic al lago, finalista al “Premio Garfagnana in Giallo 2020”. Sempre per Morellini ha pubblicato due racconti per Delitti di lago 4 e Delitti di lago 5 a cura di Ambretta Sampietro.

BANTAutori prosegue a giugno incontrando Alice Basso alla Biblioteca Civica di Momo (4 giugno ore 15,30) per la novità Una stella senza luce (Garzanti 2022), presentata con Massimo Delzoppo. L’11 giugno alle 16 saremo invece alla Biblioteca Civica di Arona con Il tessitore di Cristina Rava (Rizzoli 2022) introdotta da Milly Carli, e il 18 giugno a Oleggio, sempre in Biblioteca Civica, alle 15,30 per La sinagoga degli zingari di Ben Pastor (Sellerio 2021) accompagnata da Maria Paola Arbeia.

Il BANTAutori si concluderà il 25 giugno a Bellinzago Novarese con Davide Longo, che presenterà La vita paga il sabato (Einaudi 2022) presso il parco della Biblioteca Comunale alle ore 21 accompagnato da Federica Mingozzi.

“BANTAutori” è la rassegna che da sei anni porta nelle undici Biblioteche del Sistema (Arona, Bellinzago Novarese, Castelletto Sopra Ticino, Cameri, Cerano, Galliate, Oleggio, Trecate, Mezzomerico, Momo, Marano Ticino) le ultime novità di altrettanti grandi scrittori, in collaborazione con la Libreria Feltrinelli Point di Arona.

Firmacopie al termine di tutti gli incontri.

Prescrizioni anti-Covid come da normativa vigente.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL