Il Teatro Coccia va in onda sul web e registra novecento spettatori

Sono oltre 900 le visualizzazioni registrate nelle serate tra venerdì 30 ottobre e domenica 1 novembre sul canale YouTube del Teatro Coccia in occasione degli appuntamenti del percorso “L’Arte in Tre Parole” programmata in streaming per sopperire all’impossibilità di accogliere il pubblico in sala a seguito del Dpcm del 24 ottobre.

Dall’Arengo del Broletto, infatti, sono andati in onda: venerdì 30 ottobre “Maestro sarà lei!” testo e voce recitante del giornalista Stefano Valanzuolo e Fiorenzo Pascalucci al pianoforte, impegnato nell’esecuzione di brani di Gershwin, Ravel, Debussy…; sabato 31 ottobre “Noi, il rimto. Taccuino di un poeta per la danza (e per una danzatrice)” scritto e interpretato dal poeta Davide Rondoni affiancato in scena da due danzatori, su coreografie di Barbara Gatto, e dal giovane novarese, Riccardo Bisatti, al pianoforte.

 

 

Ultimo appuntamento domenica 1 novembre con “Concatenation”, ancora spazio alla parole di Davide Rondoni, accompagnato al pianoforte da Federico Longo, anche autore delle musiche originali dello spettacolo, e coadiuvato dalle immagini delle opere dello scultore Jago e del fotografo Daniele Butera.

Il prossimo apputamento del cartellone Resilienza, sempre sul canale Youtube del Teatro, è in programma sabato 21 e domenica 22 novembre alle 20.30 con “L’ammalato immaginario”, intermezzo barocco di Leonardo Vinci diretto da Massimiliano Piccioli per la regia di Matteo Peirone, i solisti Matteo Peirone e Linda Campanella e l’Ensemble del Conservatorio Cantelli di Novara.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni