Il Teatro Coccia va in onda sul web e registra novecento spettatori

Sono oltre 900 le visualizzazioni registrate nelle serate tra venerdì 30 ottobre e domenica 1 novembre sul canale YouTube del Teatro Coccia in occasione degli appuntamenti del percorso “L’Arte in Tre Parole” programmata in streaming per sopperire all’impossibilità di accogliere il pubblico in sala a seguito del Dpcm del 24 ottobre.

Dall’Arengo del Broletto, infatti, sono andati in onda: venerdì 30 ottobre “Maestro sarà lei!” testo e voce recitante del giornalista Stefano Valanzuolo e Fiorenzo Pascalucci al pianoforte, impegnato nell’esecuzione di brani di Gershwin, Ravel, Debussy…; sabato 31 ottobre “Noi, il rimto. Taccuino di un poeta per la danza (e per una danzatrice)” scritto e interpretato dal poeta Davide Rondoni affiancato in scena da due danzatori, su coreografie di Barbara Gatto, e dal giovane novarese, Riccardo Bisatti, al pianoforte.

 

 

Ultimo appuntamento domenica 1 novembre con “Concatenation”, ancora spazio alla parole di Davide Rondoni, accompagnato al pianoforte da Federico Longo, anche autore delle musiche originali dello spettacolo, e coadiuvato dalle immagini delle opere dello scultore Jago e del fotografo Daniele Butera.

Il prossimo apputamento del cartellone Resilienza, sempre sul canale Youtube del Teatro, è in programma sabato 21 e domenica 22 novembre alle 20.30 con “L’ammalato immaginario”, intermezzo barocco di Leonardo Vinci diretto da Massimiliano Piccioli per la regia di Matteo Peirone, i solisti Matteo Peirone e Linda Campanella e l’Ensemble del Conservatorio Cantelli di Novara.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL