Il Coccia inaugura la nuova stagione. Antonino Fogliani sostituisce sul podio Tianyi Lu

Venerdì 24 settembre il direttore d'orchestra prenderà il posto della giovane vincitrice del Premio Cantelli 2020 assente a causa di una indisposizione fisica

Inaugura venerdì 24 settembre la stagione autunno/inverno 2021 del Teatro Coccia, ma con un variazione sul programma. A causa di una indisposizione fisica non sarà Tianyi Lu (giovane direttrice che lo scorso anno ha visto il prestigioso Premio Cantelli) a dirigere Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai ma Antonino Fogliani, componente della giuria del Premio.

«Non vedevo l’ora di tornare a Novara e Torino dopo il Concorso Cantelli – ha fatto sapere Tianyi Lu – ed è con il cuore pesante che devo rinunciare a questo impegno a causa di un’indisposizione. Sono grata al Maestro Fogliani per essere intervenuto in così breve tempo. Voglio rivolgere un messaggio speciale a Corinne Baroni, che credo abbia smosso mari e monti perché inaugurassi il Teatro Coccia dopo il Concorso Cantelli, e mi dispiace tantissimo di non essere riuscito a farcela. I miei più sentiti ringraziamenti a tutto il team Melos e KD Schmid che hanno dedicato così tanto tempo e impegno in questo appuntamento, volevo davvero renderti orgogliosi ed è stata una decisione davvero difficile, presa solo dopo essere stata certa che il mio corpo non può farcela».

Il direttore del Coccia Corinne Baroni commenta: «Sono molto dispiaciuta per l’assenza di Tianyi Lu e le auguro il meglio per la sua vita e per la sua carriera. Sono allo stesso tempo onorata e grata – prosegue – che il Maestro Fogliano abbia accettato immediatamente il nostro invito e sia già al lavoro per il questo importante appuntamento. Il Maestro era per me l’artista più indicato. Non solo per la sua indiscutibile professionalità e la carriera di prestigio, ma anche perché in qualche modo prosegue nel legare questo concerto alla figura del Maestro Guido Cantelli e a Tianyi Lu».

Il concerto d’Inaugurazione del Teatro Coccia, in programma venerdì 24 settembre alle 20.30, propone l’Ouverture da concerto in si minore op. 26 Le Ebridi, scritta da Mendelssohn dopo una visita all’arcipelago scozzese delle Ebridi nell’agosto del 1829.

A seguire il Concerto per pianoforte n. 5 in fa maggiore op. 103 di Saint-Saëns, detto Egiziano. A interpretare quest’ultimo la giovane pianista olandese Gile Bae. Insignita del Primo Premio alla Princess Christina Competition nei Paesi Bassi e il Primo Premio alla Steinway & Sons International Piano Competition, nel 2013 ha suo-nato per il Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi.

Chiude il programma la Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 di Mendelssohn. Info e biglietti sul sito del Teatro Coccia

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *