«Al Faraggiana raccontiamo l’amore. Terza età e disabilità non sono un ostacolo»

«Al Faraggiana raccontiamo l’amore. Terza età e disabilità non sono un ostacolo». Lunedì 19 aprile inizia la registazione di “Romeo 2.0 Giulietta 2.1”, lo spettacolo che andrà in scena giovedì 29 alle 21 sui canali YouTube “ilfaraggianaèanchemio” e A-Novara. Un progetto della Fondazione Teatro Faraggiana con gli ospiti della Casa di giorno don Aldo Mercoli e gli utenti dell’associazione Oltre le Quinte.

«Lo spettacolo nasce per l’esigenza di dare vita a un progetto che era partito prima della pandemia – spiega Valentina Piantanida, direttrice della Casa di giorno – e che avrebbe dovuto andare in scena il 4 aprile dello scorso anno. Attrerso interviste di repertorio e le registrazioni in programma il 19 e 20 aprile, si parlerà di amore a 360 gradi: per la famiglia, il partner, i figli, i nipoti il lavoro. È un modo per dare voce a chi, in modo particolare, in questo ultimo anno è stato rinchiuso nel silenzio: un messaggio di speranza e di ripresa.

«La collaborazione è nata ben prima di questo progetto – racconta Cristina Pastrello, responsabile di Oltre le Quinte -. È rimasto il legame e lo scorso anno abbiamo vinto un bando regionale sul tema delle disabilità con attività legate alla musica. A causa del Covid non abbiamo potuto metterle in atto, e lo facciamo in parte con questo spettacolo, ma per il futuro abbiamo l’idea di creare occasioni attraverso linguaggi artistici».

«La nostra idea è quella di creare un grande palcoscenico aperto alla città e questo spettacolo si permette di farlo» ha concluso il direttore del Faraggiana, Vanni Vallino.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni