Mattiuz (Forza Novara): «Saremo sempre l’ala moderata del centrodestra, con pari dignità rispetto agli altri»

L'esponente di quella che avrebbe dovuto unicamente essere la “quarta gamba” del centrodestra si gode il successo del voto: «E' ancora presto per parlare di incarichi. Io sono a disposizione del sindaco Canelli»

Valter Mattiuz, capolista (e capogruppo uscente) di Forza Novara (al centro nella foto), nel pomeriggio di lunedì stentava inizialmente a credere ai suoi occhi davanti ai primi risultati che davano la sua formazione attestarsi sopra il 20%. Il dato finale è poi sceso al 16,7%, ma rimane comunque superiore alle più rosee aspettative della vigilia: «Ho sempre detto che la nostra speranza era di arrivare intorno al 5-6% – ci ha poi detto martedì – Questo risultato sotto certi versi eccezionale è il premio di cinque anni di serio lavoro, che continueremo a svolgere nella prossima amministrazione».

Lo scenario è ovviamente in parte cambiato rispetto al ruolo avuto da questa civica cinque anni fa e ora Forza Novara avrà (o rivendicherà) un peso maggiore nella composizione del prossimo esecutivo: «Noi continueremo a rappresentare l’ala moderata e civica di una coalizione che si è dimostrata coesa. Sicuramente al momento opportuno chiederemo unicamente pari dignità rispetto alle altre forze di maggioranza».

Per Mattiuz, risultato eletto insieme ad altri cinque componenti di Forza Novara (Umberto Piscitelli, Andrea Crivelli, Rocco Zoccali, Marco Romano e Gianmaria Prestinicola), è prematuro parlare oggi di incarichi: «Io, come ho detto fin dall’inizio, sarò a disposizione a un’eventuale chiamata da parte del sindaco Canelli. Certamente eventuali posti (da tempo di parla di un assessorato quasi certo per lo stesso Mattiuz e dell’eventuale presidenza dell’assemblea di Palazzo Cabrino a Crivelli, ndr) saranno oggetto delle future trattative. Ne parleremo più avanti».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL