Presentate in Provincia le Giornate della risicoltura e della viticoltura

Sono in programma rispettivamente giovedì 2 settembre all'Istituto “Bonfantini” con successiva visita in aziende di San Pietro Mosezzo, e martedì 7 settembre nel salone dell'Oratorio parrocchiale di Maggiora; a seguire un sopralluogo nei vigneti

L’annus horribilis è forse definitivamente lasciato alle spalle. Così, trascorso il momento più delicato della pandemia, riprendono – seppure nel rispetto delle normative ancora in vigore – anche tutta una serie di appuntamenti più tradizionali legati ai prodotti del nostro territorio.


Martedì mattina, 24 agosto, sono stati infatti presentati nel salone di Palazzo Natta le Giornate della risicoltura e della viticoltura. Il primo appuntamento, in programma giovedì 2 settembre, è rappresentato dalla 33a visita guidata alle tecniche agronomiche sperimentali con prove varietali di riso. L’evento è organizzato dall’Ente risi e dall’Ordine dei dottori agronomi e forestali di Novara e Vco e, come hanno illustrato il suo vicepresidente Antonio Pogliani e il tecnico di Ente risi Umberto Rolla, si svolgerà inizialmente presso l’Istituto tecnico agrario “Bonfantini” di Vignale. Gli ospiti si trasferiranno in seguito a San Pietro Mosezzo, dove, presso l’azienda Pieropan di Nibbia e la Cascina Motta, sede dell’azienda Battioli, saranno eseguite prove di fertilizzazione, varietali e altre dimostrazioni tecniche.


Particolarmente nutrita si presenta anche la Giornata dedicata alla viticoltura, in programma martedì 7 settembre. Da 35 anni è promossa per illustrare la difesa integrata nei nostri vigneti. A organizzarla sono l’Associazione Città del vino, rappresentata dal vicepresidente nazionale Stefano Vercelloni, intervenuto insieme al sindaco di Ghemme Davide Temporelli e ai colleghi di Maggiora e Boca.


L’evento, come sempre itinerante, si svolgerà quest’anno a Maggiora nel locale salone dell’Oratorio parrocchiale. Il convegno darà spazio all’illustrazione delle normative vigenti che regolano l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ma anche di enoturismo e vendemmia turistico didattica. E previsto tra gli altri l’intervento dell’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati. A conclusione dei lavori sarà effettuata una tradizionale visita ai vicini vigneti per constatare di persona l’andamento dell’annata in corso, cui farà seguito una degustazione presso il Santuario di Boca

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *