Giornata della trasparenza, la Camera di commercio presenta il primo anno di attività

Presentato nella sede novarese nel nuovo ente camerale Monte rosa Laghi alto piemonte il bilancio delle attività realizzate nei dodici mesi. Il presidente Ravanelli: «Il nostro obiettivo è quello di rimanere vicini alle aziende». Da gennaio online il nuovo sito internet

Volge al termine, insieme al 2021, anche il primo anno di attività della nuova Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte, l’ente nato dodici mesi fa dall’accorpamento delle esistenti “camere” di Biella e Vercelli, Novara, Verbano Cusio Ossola. Per l’occasione nella giornata di ieri dedicata alla trasparenza, martedì 21 dicembre, è stato presentato nella sede novarese di via degli Avogadro il bilancio delle attività finora realizzate dall’ente.


«Il nostro obiettivo è stato, fin da subito, quello di rimanere vicini alle imprese – ha dichiarato il presidente Fabio Ravanelli – Vicinanza che abbiamo voluto esprimere attraverso l’erogazione sia di servizi innovativi sia di contributi, destinando 300 mila euro per la digitalizzazione e 150 mila per l’inserimento di nuove risorse in azienda, a cui si aggiunge l’offerta di opportunità formative gratuite per sostenere l’apertura internazionale e la trasformazione tecnologica».


Diversi i servizi promossi, tra i quali è stato ricordato dal segretario generale Gianpiero Piero Masera quello riguardante il cassetto digitale, innovativo strumento che consente agli imprenditori di accedere ai documenti ufficiali della propria attività da ogni dispositivo, incluso lo smartphone. Nelle quattro province che costituiscono il “quadrante” del Piemonte Nord Orientale sono state oltre 13 mila le imprese che hanno dato la loro adesione a questo servizio totalmente gratuito, mentre è stata inoltre resa disponibile la possibilità della firma digitale online, attivando anche convenzioni per il rilascio dello Spid in tre Comuni nell’ambito di Agenda digitale Biella. Novità che hanno come scopo avvicinare sempre di più imprese e cittadini alle opportunità offerte dal digitale.


Particolare attenzione, nel corso del 2021, è stata inoltre rivolta a corsi e attività di consulenza per le imprese, che hanno visto la partecipazione di più di 2.7’00 partecipanti, ma le iniziative, come ha spiegato la vicesegretaria generale Cristina D’Ercole, «hanno riguardato anche studenti e docenti, con un occhio di riguardo agli imprenditori, nella consapevolezza che cultura e aggiornamento professionale rappresentano uno strumento strategico di competitività».


Vale la pena ricordare ancora che l’accorpamento ha consentito alla Camera di commercio del nostro territorio di diventare per dimensioni in secondo ente camerale piemontese, con un bacino di oltre 75 mila imprese. Qualche altro numero. Accanto all’attività amministrativa ordinaria, con un volume di 63.500 pratiche telematiche gestite dal registro delle imprese e oltre 21 mila certificati d’origine rilasciati, il 40% dei quali con modalità “stampa in azienda”, sono state realizzate verifiche puntuali sulla permanenza di requisiti, a garanzia di un corretto svolgimento dell’attività imprenditoriale, con oltre 700 controlli sull’attività di mediazione immobiliare e più di 1.200 imprese per le quali è stato avviato il procedimento di cancellazione d’ufficio dall’anagrafe camerale. Positive anche le cifre relative ai pagamenti nei confronti dei proprio fornitori, avvenuti in tempi inferiori rispetto ai termini previsti, con un tempio medio di circa 26 giorni. Nel corso dell’incontro è stato presentato anche il nuovo sito web della Camera di commercio, che da metà gennaio sarà online all’indirizzo www.pno.camcom.it.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL