Weekend di sangue sulle strade novaresi. Quattro incidenti e sei morti tra sabato e domenica

A perdere la vita due ventenni, due donne, un motociclista e un pedone. Due persone sono state arrestate per omicidio stradale

Weekend di sangue sulle strade novaresi. Quattro incidenti e sei morti tra sabato e domenica. Il primo si è verificato intorno alle 6 di sabato, 8 ottobre, sul ponte Regina Elena, tra l’aeroporto di militare di Cameri, e Bellinzago: una Megane guidata da Gabriel Suppa, 23 anni, si è schiantata contro la parte laterale del ponte. Nell’impatto è morta sul colpo Syria Esposito, 21 anni, di Varallo Pombia, fidanzata di Suppa, e Andrea Zanetti, 22 anni di Oleggio, deceduto dopo diverse ore nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore. L’alcol test somministrato al conducente della vettura è risultato positivo; è stato comunque lui ad avvertire le forze dell’ordine dell’accaduto. Dopo gli accertamenti all’ospedale di Novara, Suppa è stato arrestato per omicidio stradale.

Verso le 15 di sabato un altro incidente mortale è avvenuto in viale Giulio Cesare a Novara: Ndricim Binjaku, 57 anni di origine albanese e padre di tre figli, è stato investito da una Bmw all’incrocio con via Torelli, a pochi metri dalle strisce pedonali. Alla guida dell’auto un uomo di 49 anni residente a Trecate che dopo l’incidente ha rischiato il linciaggio da parte dei parenti della vittima accorsi subito sul luogo del fatto. L’urto è stato violentissimo e la vittima è stata scaraventata a diversi metri di distanza. Sull’asfalto non risultano segni di frenata. Il conducente dell’auto è stato sottoposto ai test di alcol e droga.

Sempre nel pomeriggio di sabato un motociclista di 51 anni, residente a Varese, ha perso la vita all’ingresso del ponte di ferro tra Castelletto e Sesto Calende: per cause ancora da accertare, l’uomo ha perso il controllo del mezzo ed è caduto a terra. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ed è stato soccorso prima dal personale del 118, poi da quello dell’elisoccorso. I medici hanno cercato di rianimarlo la il motociclista è deceduto prima del trasporto in ospedale. L’incidente ha causato lunghe code sia sulla statale che sulla A8.

Invece intorno a mezzanotte e mezza di oggi, domenica 9 ottobre, sulla statale 11 tra Novara e Trecate all’altezza dello svincolo dell’Assa, una Panda che viaggiava in direzione Trecate è stata violentemente tamponata da un Mercedes Classe C. L’urto ha fatto sbalzare entrambe le auto dall’altra parte della strada: alla guida della Mercedes c’era un 25enne di origine nigeriana residente a Trecate che dopo l’incidente ha staccato la targa dall’auto ed è fuggito a piedi. Un’ora dopo è stato rintracciato dai Carabinieri di Novara: l’uomo è risultato senza patente e assicurazione ed è stato arrestato per omicidio stradale. Le due donne che si trovavano sul sedile posteriore della Panda sono rimaste uccise: una di 49 anni è morta sul colpo, l’altra di 63 anni è deceduta nella notte. Il conducente e il passeggero del sedile anteriore sono ricoverati all’ospedale Maggiore sotto shock ma non sono in pericolo di vita.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni