Trenord: il “passante” rimarrà chiuso (forse) fino alla fine di agosto

Oltre alle rotaie nel tratto ferroviario tra le stazioni Dateo e Porta Vittoria la Procura milanese ha disposto anche il sequestro delle ruote di alcuni treni. Da oggi, per andare incontro ai disagi degli utenti, i titolari di abbonamenti potranno utilizzare gratuitamente i mezzi dell'Atm

Sono destinati ad allungarsi i tempi per la riapertura del “passante” ferroviario di Milano, chiuso al traffico da sabato 23 luglio dopo che era stata riscontrata un’anomalia a una rotaia nel tratto del tunnel fra le stazioni Dateo e Porta Vittoria. Un’usura all’infrastruttura che aveva nell’ultimo periodo provocato a sua volta un “consumo” delle ruote dei treni. Oltre una trentina erano stati i mezzi che Trenord era stata costretta a togliere dalla circolazione per le dovute riparazioni, riducendo così il numero delle corse giornaliere per la penuria di materiale circolante lungo ben cinque linee, fra cui la S6, quella che da Novara raggiunge Pioltello e Treviglio.


Ma mentre tanto la società di trasporti quanto Rfi, che gestisce l’infrastruttura, hanno cercato di minimizzare, la Procura di Milano ha voluto vederci chiaro e dopo le prime verifiche ha disposto prima il sequestro dei binari nel tratto “incriminato” e ora anche di alcune ruote degli stessi treni. Una decisione, quella di chiudere l’attraversamento sotterraneo, adottata addirittura per socngiurare un possibile “disatro ferroviario”.


Mentre al momento si ipotizza che questo stop possa prolungarsi per tutto il mese di agosto, Trenord è corsa ai ripari organizzando in ogni caso un servizio “tampone” che, per quando riguarda i convogli in arrivo da Novara, prevede il termine della corsa nella stazione di Porta Garibaldi Superficie. Da qui i numerosi utenti titolari di abbonamenti “solo treno”, grazie a un accordo raggiunto con l’Atm (l’azienda dei trasporti pubblici milanesi, tram, autobus e metropolitana), potranno spostarsi in città utilizzando gratuitamente da oggi, lunedì 1° agosto, i mezzi pubblici milanesi in corrispondenza di undici stazioni di intercambio: Bovisa, Affori, Cadorna, Lancetti, Porta Garibaldi, Repubblica, Porta Venezia, Dateo, Porta Vittoria, Rogorego e Lambrate.


Al momento di accedere nelle stazioni della metropolitana o sui mezzi di superficie, ha fatto sapere Trenord, “i viaggiatori dovranno mostrare al personale di controlleria il proprio titolo di viaggio. In caso di abbonamenti su tessera elettronica, come previsto dalle condizioni di trasporto, i clienti dovranno esibire anche scontrino o ricevuta di pagamento”. Gli abbonati di Trenord potranno inoltre viaggiare gratuitamente sulle linee Atm Milano Bovisa – filovia L92, Milano Affori – M3, Milano Cadorna – M1 e M2, Milano Lancetti – filovia L92, Milano Porta Garibaldi – M2, per M5 transitando dai tornelli M2, Milano Repubblica – M3, Milano Porta Venezia – M1, Milano Dateo – filovia L92, Milano Porta Vittoria – filovia L90/91 e L93, Milano Rogoredo – M3 e Milano Lambrate – M2 e filovia L93.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni