Cronaca Taccuino del cronista

Decine di gomme tagliate nella notte a Porta Mortara

Una delle vittime: «Dal gommista ho incontrato un ragazzo, che ha raccontato che ieri sera tardi ha sorpreso una persona armeggiare vicino alla propria auto, ma appena si è accorto della sua presenza è fuggito»

Decine di gomme tagliate nella notte a Porta Mortara. Risveglio con una brutta sorpresa per diversi residenti del quartiere novarese questa mattina, 3 settembre. A decine di auto posteggiate in strada sono state tagliate le gomme. Qualcuno avrebbe anche sorpreso quasi sul fatto l’autore del gesto, ma non è riuscito a bloccarlo.

«Sono uscito per andare a fare una commissione e mi sono accorto che una delle gomme era completamente a terra. Pensavo fosse semplicemente bucata – spiega una delle vittime, che aveva l’auto parcheggiata in via Goito – Così sono andato a piedi dal gommista qui vicino, in corso XXIII Marzo, per chiedere assistenza. Mi ha risposto che era molto preso, perché durante la mattinata in molti si erano rivolti a lui perché si erano ritrovati con le gomme tagliate. A quel punto sono tornato alla mia auto e ho proprio visto che sulla gomma c’era in effetti un taglio. Ho controllato anche le auto vicine e altre 5 avevano le gomme tagliate: una per ciascuna auto, sul lato vicino al marciapiede».

 

L’uomo si è quindi avviato lentamente verso il gommista. «Lì ho incontrato due ragazzi che avevano avuto la mia stessa brutta sorpresa – prosegue la vittima – Uno dei due ha raccontato che ieri sera tardi era sceso in strada per prendere l’auto, posteggiata nei pressi della pasticceria di via Piave, quando ha visto una persona che armeggiava vicino alle auto posteggiate. Ha detto che quando si è accorto della sua presenza è fuggito, ma correva troppo forte ed è riuscito a dileguarsi in una via laterale. Quando è tornato alla sua auto, ha visto un taglio sulla gomma. Fra i casi emersi dal gommista e quelli che ho visto io in via Goito saranno almeno una quindicina le auto danneggiate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati