Spacciavano nei boschi tra Vercelli e Novara incassando 15 mila euro al giorno: arrestati

Santa Rita risvegliata dal boato
L'indagine, svolta dalla questura di Vercelli e coordinata dalla procura, ha portato all'arresto di sei persone

Spacciavano nei boschi tra Vercelli e Novara incassando 15 mila euro al giorno: arrestati. L’indagine, svolta dalla questura di Vercelli e coordinata dalla procura, ha portato all’arresto di sei persone. L’attività investigativa è stata avviata nel mese di maggio quando i poliziotti della squadra mobile sono venuti a conoscenza dell’esistenza di un lucroso mercato di droga.

Un’attività motlo redditizia che veniva svolta ato nelle zone boschive dei comuni al confine tra le province di Vercelli e di Novara, nei pressi del fiume Sesia.

Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria, sono stati identificati circa 30 soggetti, acquirenti della droga, provenienti dalle province di Novara, Vercelli, Biella e Verbania, i quali hanno fornito elementi utili per le indagine e ai quali sono state sequestrate numerose dosi di stupefacente acquistate poco prima. Tra questi sono stati arrestati due soggetti per detenzione di sostanze stupefacenti.

L’indagine, particolarmente difficoltosa e complessa per le impervie zone boschive e per l’accortezza usata dagli spacciatori con vedette per segnalare l’eventuale presenza in zona delle Forze dell’Ordine, ha permesso di accertare, anche tramite i numerosi sequestri di stupefacente, che gli spacciatori arrivavano a guadagnare anche 15 mila euro al giorno.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni