Cronaca

Scompare Giannino Piana, Novarese dell’anno, tra i maggiori teologi italiani

Docente e autore di numerosi testi, aveva 85 anni

Condividi

Giannino Piana, classe 1938, il maggiore teologo moralista italiano, già Novarese dell’anno, è mancato ieri, 11 ottobre.

Lo ha annunciato per primo uno dei più conosciuti protagonisti del cattolicesimo post conciliare e progressista italiano, amico da sempre di Piana, Enzo Bianchi.

Piana, per moltissimi solo per “don Giannino” perché presbitero della chiesa novarese, è stato per diversi decenni docente di Teologia morale al seminario di Novara e ai corsi di Teologia per laici, docente di Etica del Cristianesimo già dagli anni ‘70 Urbino al primo istituto di scienze religiose istituito in una università laica in Italia, infine ordinario di ruolo di Etica all’ateneo statale di Torino.

Autore di un numero incredibilmente elevato di testi di teologia morale e di etica contemporanea pubblicati anche da case editrici laiche come Garzanti, la Cittadella di Assisi e Interlinea.

Per decenni ha curato rubriche fisse su settimanali come Famiglia Cristiana, periodici come Jesus e Rocca molto seguite e apprezzate.

Soprattutto è stato un protagonista assoluto di primo piano sulla scena nazionale del cattolicesimo cosiddetto progressista per l’Indiscussa ed unanimemente apprezzata capacità di dialogare con la cultura contemporanea, anche nelle sue forme più avanzate e lontane dalla chiesa cattolica e con ogni interlocutore di qualsiasi orientamento filosofico e religioso. 

La sua riflessione morale applicata soprattutto ai temi della bioetica, della sessualità, dell’ economia e della politica si inserisce a pieno titolo nella tradizione filosofica del personalismo cattolico italiano ed europeo. 

È fondata su una ricerca che esalta il primato della coscienza, i valori che possono essere condivisi fra laici e cattolici, il rapporto della visione Cristiana con la ragione, la fraternità universale, il rispetto del pluralismo religioso e della laicità dello Stato.

Era un uomo umile, mite, estremamente disponibile con tutti, profondamente immerso nel valore dell’amicizia che ha condiviso sempre con tantissimi novaresi di ogni credo, età, condizioni sociali e che lo ricorderanno con nostalgia ed affetto.

© 2020-2024 La Voce di Novara
Riproduzione Riservata
Pier Luigi Tolardo

54 anni, novarese da sempre, passioni: politica, scrittura. Blogger dal 2001.

Lascia un commento

Articoli recenti

Note classiche sul lago d’Orta con il Festival Cusiano di Musica Antica

Gli eventi si articolano in una Masterclass, sette Intermezzi di Mezzodì e sette Concerti serali… Leggi di più

23 Maggio 2024

Lo spazio Bon.S.A.I targato Anffas apre anche a Borgomanero

Dopo Novara, uno sportello gratuito in cui conoscere, grazie alle consulenze di professionisti, tutte le… Leggi di più

23 Maggio 2024

Comoli Ferrari presenta it’s ELETTRICA lab 24

L'azienda novarese porta a Milano il percorso Trusted Solution Partner Leggi di più

23 Maggio 2024

Due settimane di musica internazionale con Novara Jazz

Oltre 40 appuntamenti tra concerti, dj set, percorsi storico-artistici nel solco di Alessandro Antonelli, experience… Leggi di più

22 Maggio 2024

Con la pro loco di Oleggio una serata dedicata a Massimo Troisi

La serata si terrà al chiostro del museo Leggi di più

22 Maggio 2024

Scippa due collanine a un 17enne: condannato a 3 anni e 8 mesi per rapina

E’ stato identificato dai carabinieri quale autore dello scippo avvenuto la notte del 17 giugno… Leggi di più

22 Maggio 2024